Con il termine ipertricosi si fa riferimento ad un aumento dei peli in alcune zone ben precise del corpo.

Si tratta di un fenomeno che può essere sia innato che subentrato nel corso del tempo.

L’ipertricosi inoltre, non va confusa con l’irsutismo. Quest’ultimo interessa principalmente il volto, il basso addome e la schiena e nasce in seguito a degli squilibri ormonali.

L’ipertricosi invece, può essere dovuta a molteplici fattori.

Ipertricosi cause

Andando nello specifico, possiamo dire che le cause di ipertricosi variano a seconda dei casi.

Se dovesse essere presente sin dalla nascita, allora si tratta di un qualcosa principalmente legato alla genetica e all’ereditarietà.

Invece, nell’eventualità in cui subentra con la crescita, bisogna tener conto di alcune ipotesi, come ad esempio l’assunzione di determinati farmaci, una condizione fisica particolare (sia anoressia che obesità), malattie metaboliche, la sindrome di ovaio policistico e varie patologie tra cui:

  • Un infezione da HIV
  • Alcune lesioni cerebrali
  • Dermopatia infiltrativa
  • Acrodinia
  • Infiammazioni
  • Traumi della cute
  • Malattia di Graves-Basedow

Ma anche:

  • Sindrome da deficit polighiandolare
  • Sindrome di Winchester
  • Acne
  • Tumori
  • Sindrome di Ambras
  • Insufficienza funzionale di ghiandole endocrine

E tanto altro ancora…

Tuttavia, nella maggior parte dei casi l’ipertricosi non deve destare grandi preoccupazioni. Questo perché quasi sempre si tratta di una patologia benigna e che genera soltanto un difetto estetico.

Ipertricosi diagnosi

Per poter analizzare l’ipertricosi nel dettaglio, si terrà conto dei seguenti fattori:

  • La distribuzione dei peli
  • La quantità di peli

In questo modo, si potrà anche distinguere l’ipertricosi dall’irsutismo, il quale nasce a seguito di fattori ormonali e colpisce principalmente:

  • Il pube
  • Gli arti superiori
  • Il labbro superiore
  • Il mento
  • L’addome
  • Le cosce
  • L’area dorsale
  • Il solco inter-mammario
  • L’area lombo-sacrale

Successivamente, il medico esperto nel settore cercherà di capire se l’ipertricosi possa essere strettamente legata all’età, a cause ormonali (ad esempio età del primo ciclo, andamento, irregolarità, assunzione di farmaci ecc).

Inoltre, si valutano possibili lesioni, infiammazioni, traumi, sindrome (da deficit polighiandolare, di Winchester, di Ambras), acne e altri problemi legati alla pelle.

Ipertricosi rimedi

A questo punto ci si chiede: quali sono i possibili rimedi per l’ipertricosi?

L’ipertricosi si cura attraverso due semplici metodologie: la rimozione dei peli o un eventuale trattamento a base di farmaci.

Per quanto riguarda l’eliminazione vera e propria, si potrà procedere con:

  • L’epilazione laser, per un risultato definitivo
  • La depilazione (tramite crema depilatoria, ceretta o rasoio) per un effetto momentaneo

Invece, facendo riferimento alla questione farmaci, bisogna stare molto attenti e non procedere assolutamente in maniera autonoma.

Vi ricordiamo che quasi sempre l’ipertricosi non desta preoccupazioni. Proprio per tale motivo, si “cura” in maniera naturale, senza ricorrere a sostanze di vario tipo.

Nella rara eventualità in cui il trattamento farmacologico dovesse essere indispensabile, si consiglia vivamente di consultare il proprio medico di fiducia, il quale saprà indicarvi cosa assumere a seconda del caso specifico.

Ipertricosi trattamento laser

Per chi volesse effettuare l’epilazione laser per ipertricosi, può recarsi in un centro estetico specializzato, dotato di una serie di strutture sanitarie avanzate.

In questo modo, si avrà la possibilità di procedere con la rimozione dei peli, seguendo una delle seguenti tecnologie:

  • Laser Nd:Yag SyncroFT
  • Laser Diodi Light-Shere
  • Il laser Nd:Yag/Alessandrite Duetto
  • Laser Diodi Vectus

In alternativa, si può optare per la luce pulsata ad alta intensità (IPL), come ad esempio: IPL M22, IPL BBL, IPL ICON, IPL Star Lux 500, IPL Syncro FT o IPL Photosilc Plus.

Allo stesso tempo però, pur trattandosi di procedure del tutto sicure, è bene scegliere con criterio il centro estetico di riferimento.

Questo perché l’ipertricosi non va affatto sottovalutata e proprio per tale motivo, risulta molto importante scegliere con cura a chi affidarsi. Così facendo, non andrete incontro a nessun tipo di complicanze.

Infatti, c’è chi a seguito di un trattamento estetico per ipertricosi si sia trovato dinanzi a bruciori ed infiammazioni nell’area depilata.

Tra l’altro, bisogna tener conto che ogni zona del corpo è differente e richiede un specifico “intervento”.

Pertanto, diffidate da tutti coloro che si fingono competenti in materia (o comunque di persone raccomandate solo per sentito dire) ed effettuate delle ricerche approfondite.

Ad esempio, anche sul web cercando la dicitura rimedi per ipertricosi, potrete imbattervi in diversi forum dove ci si scambia consigli anche riguardo la figura professionale più idonea (in termini di recensioni).

Infine, per quanto riguarda i costi è impossibile definirli con esattezza, poiché bisogna tener conto del trattamento specifico e del numero di sedute.

Ipertricosi alimentazione

Sempre prendendo in considerazione la questione rimedi per ipertricosi, è fondamentale citare l’alimentazione.

Infatti, mangiare in maniera sana, può certamente influire sia sulla riduzione che sulla prevenzione di anomali insorgenze di peli.

Pertanto, bisogna cercare di eliminare (o quanto meno assumere con parsimonia) tutti quegli alimenti che possono far del male al nostro organismo o contribuire alla nascita di patologie.

Di conseguenza, si consiglia vivamente di ridurre il consumo di:

  • Alcol bevande gassate o zuccherate tipo aranciata, coca cola, ginger ecc
  • Dolci e cibi ricchi di zuccheri, ad esempio cioccolata, pasticcini, torte e via dicendo
  • Sale, specialmente in termini di condimenti
  • Alimenti ricchi di grassi, come insaccati, carne rossa, snack calorici ecc

Dunque, è preferibile consumare molta frutta (specialmente quella di stagione), verdura e cibi ricchi di vitamine e sali minerali. Così facendo, potremo generare al nostro corpo una serie di benefici e migliorare lo stato di salute.

Tuttavia, non è assodato che la corretta alimentazione incida sull’ipertricosi ma offre un grande contributo.

Infine, è importante cercare di prendersi cura della propria pelle e seguire uno stile di vita sano, evitando il fumo e la sedentarietà.

Per concludere

Insomma, l’ipertricosi nasce a seguito di vari fattori (ereditari e non) e si distingue dall’irsutismo per questioni ormonali.

Quasi sempre è un problema che incide soltanto sull’estetica.

L’eccessiva presenza di peli si può rimuovere permanentemente (tramite la tecnologia laser) o momentaneamente (con la depilazione classica).

In rari casi invece, si dovrà ricorrere ad una cura farmacologica che sarà prescritta solo ed esclusivamente dal medico.

Tuttavia, per evitare che la situazione degeneri o se si volesse prevenirla, è necessario seguire una serie di regole comportamentali, legate ad alimentazione e stile di vita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.