CONDIVIDI

Disturbi del sonno: cibi da evitare

Quando sentiamo parlare di cibi e bevande da non consumare prima di andare a dormire, tutti pensiamo al caffè. In realtà, non è l’unico responsabile dell’insonnia. Tra i fattori scatenanti dei disturbo del sonno vi è anche l’alimentazione, pertanto è bene tenerla d’occhio, e non solo per controllare la linea.

Cibi tabù contro l’insonnia

Secondo i nutrizionisti, dopo le 21 sarebbe meglio evitare i seguenti cibi:

Carne rossa: contiene tirosina, un aminoacido che aumenta la produzione di adrenalina, che mal si concilia con la nostra voglia di riposare, visto che il suo effetto è totalmente opposto.

Verdure: fanno benissimo all’organismo, lo sappiamo bene, ma sarebbe meglio non consumarle a cena, in quanto la loro grande quantità di fibre tende a rallentare la digestione, condizione che può incidere negativamente sulla qualità del sonno.

Pizza: va bene se leggera e poco condita, no a quelle con molti ingredienti, peggio ancora se surgelate.

Patatine e snack salati: la presenza di glutammato monosodico, esaltatore della sapidità, può causare disturbi del sonno.

Gelato: sopratutto se alla crema, può restare sullo stomaco. Inoltre, è ricco di zuccheri, sconsigliati di notte.

Cornflakes: spesso vengono mangiati come spuntino dopo cena mentre si guarda la tv, ma sarebbe meglio dire addio a questa abitudine, sopratutto se si scelgono quelli caramellati o particolarmente ricci di zucchero.

Cioccolato: se proprio non sapete resistere, consumatene una piccola quantità, non oltre un quadratino.

Cibi piccanti: stimolando le terminazioni nervose, possono provocare un effetto adrenalinico indesiderato.

Cibi salati: meglio sostituire i sale con le spezie. Se si esagera col sale, infatti, si corre il rischio di svegliarsi più volte a causa della sete.

insonnia-cibi

1 commento

  1. quasi tutti i Terapeuti cognitivo-comportamentali, utilizzano, collaudate, strategie terapeutiche,non farmacologiche, multicomponenziali – comunque sempre personalizzate – (riconosciute efficaci pure dalla “medicina basata sull’evidenza”) per sconfiggere, per sempre, tutte le problematiche del sonno
    (v. Il Manuale pratico delBenessere, Ipertesto editore, patrocinato Club UNESCO).
    Non solamente la comune insonnia, anche pervicace, e anche se presente da decenni.
    Vari sono poi i riferimenti concreti e dettagliati sull’insonnia, presenti ne Il Manuale pratico del benessere, “il percorso guidato di auto-aiuto per vivere meglio”,attraverso:

    esercitazioni domestiche,
    consigli psicologici,
    prescrizioni naturopatiche,
    percorsi nutrizionali,
    indici di crescita personale,
    test di autovalutazione

    precisamente alle seguenti pagine:
    114, 175, 181, 187, 275,288, 296, 337, 270, 446, 491, 547

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.