CONDIVIDI

La maestra sgrida suo figlio, lui la picchia e poi si difende: lo maltrattava

scuola-elementare-alunni

Una maestra sgrida un bambino, il padre del piccolo la prende a pugni: è quanto accaduto a San Vitaliano (Napoli). L’aggressione è avvenuta mentre gli insegnanti stavano attendendo i bambini per poi indirizzarli nelle loro aule.

A un certo punto uno dei genitori si è avvicinato alla maestra, tra loro c’è stata una breve discussione e poi l’uomo ha iniziato a picchiarla, prendendola a pugni anche in testa, raccontano alcuni testimoni.

Sul posto erano presenti un brigadiere della locale caserma dei carabinieri e la polizia municipale, che sono subito intervenuti. La donna è stata trasportata al vicino noscomio di Nola “Santa Maria della Pietà” per accertamenti, l’uomo è stato invece condotto in caserma.

Mentre gli inquirenti stanno vagliando la posizione dell’aggressore, i genitori degli altri bambini difendono l’insegnante È una brava persona. Può capitare che ci siano divergenze sulla didattica e i metodi educativi, ma l’aggressione fatta nei confronti di un’insegnante donna, soprattutto da parte di un uomo, non è giustificabile.”

Il papà ha spiegato il motivo di tale reazione. Stando al suo racconto, sembrerebbe che il figlio fosse costantemente vittima di maltrattamenti da parte di quella maestra, fatti che sarebbero stati confermati anche dai compagni di scuola del piccolo “Il bambino era continuamente maltrattato dalla maestra che gli ha dato anche uno schiaffo per un’addizione fatta male. Ho avuto conferma della veridicità dei racconti di mio figlio dai compagni di classe. Così ho deciso di incontrare l’insegnante. Quando le ho fatto presente la questione, lei ha smentito tutto chiamando mio figlio bugiardo, in sua presenza. Il piccolo si è messo a piangere e io ho perso il controllo.”

L’uomo si è comunque pentito e ha chiesto scusa “Il mio gesto non è giustificabile ed è giusto che paghi. Non sono un pazzo. Ma non è certo normale che una maestra dia uno schiaffo ad un bambino per un’addizione fatta male. In certe classi bisognerebbe mettere le telecamere. Spero solo che la maestra cambi atteggiamento nei confronti dei bambini e che impari ad amarli.”

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.