CONDIVIDI

Ci può essere stata una sbagliata o eccessiva sollecitazione oppure la colpa può essere attribuita allo stress. Se per esempio lavorate molto al computer ma in una posizione sbagliata potrebbe risentirne il tendine del polso.

I tendini sono strutture elastiche che collegano il tessuto scheletrico e i muscoli. Sono fondamentali per i nostri movimenti e ce ne rendiamo conto quando qualcosa non va.

I sintomi di una infiammazione sono evidenti. Prima di tutto questo disturbo è caratterizzato da dolore che si intensifica se si sollecita la parte infiammata. Altri sintomi sono il gonfiore e una diminuzione della funzionalità.

Il parere del medico è sempre importante per scongiurare danni più importanti come la lesione o la rottura del tendine stesso. In ogni caso, come primo pronto soccorso, possiamo consigliarvi qualche semplice rimedio:

    • riposo. È fondamentale per una buona guarigione e sicuramente gradito da chi si ritrova con l’infiammazione dei tendini.
    • pomata all’arnica o arnica per bocca. L’arnica è una pianta utilizzata da secoli nella medicina tradizionale per le sue proprietà sedative in caso di traumi, contusioni, dolori muscolari e tendinite. Se presa per bocca è più efficace ma per il dosaggio chiedete consiglio a un esperto di omeopatia.
    • pomata antinfiammatoria. Se credete poco dei rimedi naturali utilizzate un antinfiammatorio a uso topico come il Voltaren gel. Solo se il dolore persiste prendete con cautela qualcosa per bocca.
    • borsa del ghiaccio. Mettete sulla zona dolorante qualcosa di freddo e lasciatelo per una decina di minuti. Ripetete l’operazione almeno due volte al giorno.

Tutore epicondilite

L’epicondilite è un’infiammazione del tendine laterale del gomito dovuta a più di una causa. Per guarire si possono mettere in atto varie terapie, dalle creme antinfiammatorie alla laserterapia, dagli ultrasuoni alla magnoterapia.

Il rimedio migliore è però sicuramente il riposo. Siccome non è facile stare fermi o a volte è proprio impossibile per motivi lavorativi, ci può essere utile un tutore per l’epicondilite, magari da associare a terapie antinfiammatorie.

Grazie al tutore il tendine incriminato rimane a risposo per la posizione forzata ma la mano può continuare a muoversi.

Il tutore per l’epicondilite si può trovare facilmente in negozi specializzati in accessori ortopedici. I prezzi di solito variano da 14 a 70 euro a seconda di come sono fatti.

Gli sportivi spesso utilizzano quello che si presenta come una speciale fascetta che, legata stretta subito sotto il gomito, permette di limitare il fatto che il muscolo si contragga e che il tendine lavori. Il consiglio è sempre comunque quello di chiedere aiuto a un esperto per capire quale è il tutore più adatto alla nostra situazione.

Leggi anche Intestino infiammato sintomi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.