CONDIVIDI

Dieta antinfiammatoria: Se soffri di una malattia autoimmune e ti senti infiammata, questi alimenti fanno benissimo e sfiammano il tuo corpo. Ecco cosa consiglia la nutrizionista,

8 ALIMENTI CONTRO L’INFIAMMAZIONE


• ANANAS: vivamente consigliato in caso di digestione difficile, favorisce la digestione delle proteine grazie alla presenza di un enzima, la bromelina. Ha un alto potere drenante e disinfiammante, ed è uno dei cibi in grado di diminuire i gonfiori di pancia.
FINOCCHIO: aiuta l’eliminazione dei gas che si formano nel processo di fermentazione. Questo è dovuto all’anetolo, sostanza che favorisce la distensione addominale.
FARRO: è uno dei cereali meno calorici, sazia senza appesantire, e ha un indice glicemico basso. Favorisce il benessere intestinale grazie al suo apporto di fibre.
YOGURT: grazie ai fermenti lattici vivi contribuisce a mantenere sana la flora batterica intestinale. Da scegliere naturale e a basso contenuto di zuccheri.
MIRTILLI: consigliati in caso di disturbi intestinali ed epatici. Possiedono antiossidanti, come polifenoli e antocianine, dalle notevoli proprietà antinfiammatorie, utili per contrastare il gonfiore addominale.
• RIBES NERO: dai suoi semi si ricava un olio ricco di acidi grassi essenziali ad effetto antinfiammatorio, utile soprattutto nel caso di artrite.
SPEZIE: diminuiscono la fermentazione dei cibi e il gonfiore addominale. Prima fra tutte è lo zenzero: aiuta la digestione e combatte il senso di nausea. Grazie al suo effetto carminativo, aiuta anche a combattere le coliche. Anche la curcuma, spezia antinfiammatoria per eccellenza, ci aiuta a ridurre il gonfiore addominale, riducendo l’infiammazione.
OMEGA 3: consumare mandorle, noci, semi di lino e pesce permette di riequilibrare i trigliceridi e ridurre le citochine infiammatorie. (Post Facebook della dott.ssa Nutrizionista Argenio).

Ricetta antinfimmatoria : Riso ananas e pinoli

 Ingredienti ( per il piatto in foto; adattare con le proprie dosi):
-60 gr riso
-1 uovo
– 100 gr di ananas ( posso utilizzare la frutta che ho come spuntino)
– erba cipollina fresca
– una carota
– zenzero fresco
– 2 cucchiaini di pinoli ( posso inserirli utilizzando la dose di frutta secca che ho durante la giornata)
– 2 cucchiai di olio evo o di sesamo
– mezzo cucchiaino di zucchero di canna grezzo ( posso sottrarlo dalla dose giornaliera di dolcificante)
🥘 Procedimento
Cuocere il riso. A parte mettere in una padella i due cucchiaini di olio, erba cipollina fresca e carota a piccoli cubetti. Aggiungere poi l’uovo, mescolare con un mestolo di legno fino a cottura ( attenzione a non farlo bruciare). Aggiungere dello zenzero grattugiato fresco. Spegnere il fuoco ed aggiungere il riso cotto mescolando. In una padella tostare leggermente i pinoli e poi aggiungerli a riso. Nella stessa padella mettere l’ ananas a cubetti con lo zucchero per 2-3 minuti e poi aggiungerla al riso. Aggiungere erba cipollina fresca e servire

Tisane Depurative a base di betulla, curcuma e tarassico

Oltre a una dieta orientata a disintossicarsi si consiglia anche il consumo di tisane con proprietà depurative e sgonfianti.

La più famosa è quella al finocchio, utile per favorire il regolare funzionamento dell’apparato digerente. Aiuta a combattere i dolori addominali, gonfiori,problemi di digestione lenta ed è anche un ottimo diuretico. Questa tisana deve essere assunta lontano dai pasti.

Particolarmente indicata anche quella al carciofo, noto per le sue proprietà disintossicanti e diuretiche. Potete preparare un infuso esclusivamente a base di carciofo o aggiungere del finocchio, per chi vuole intensificare l’azione sgonfiante, oppure cicoria in radice, un pezzetto di radice di liquirizia, alcune foglie di menta piperita e melissa, per rendere più dolce il sapore della tisana. Può essere bevuta dopo cena o nel pomeriggio.

La coppia curcuma e tarassaco aiuta a eliminare le tossine e a ridurre la fermentazione. Diluite in 200 ml d’acqua 30 g di tarassaco, 20 di curcuma, 10 di semi di cumino, 20 di semi di cardo mariano e 20 g di menta in foglie. Il cardo mariano è un toccaana per il fegato, mentre la menta è un valido alleato dello stomaco e dell’intestino. Se volete ottenere un maggiore effetto sgonfiante, aggiungete del finocchio. Potete bere questa tisana anche più volte al giorno, meglio se lontano dai pasti.

Anche la betulla è una delle piante più utilizzate per creare tisane depurative, da sola o insieme alla gramigna, utile per depurare il sangue e contro l’infiammazione di fegato, milza e vie urinarie, o con l’ortica, che favorisce la diuresi e contiene moltissimi sali minerali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.