CONDIVIDI

L’estate è la stagione del divertimento per antonomasia, caratterizzata da viaggi e vacanze al mare. La bella stagione però è anche caratterizzata da infezioni, punture d’insetti e quant’altro che spesso si contraggono proprio in spiaggia.  Vediamo dunque tutti malanni che è possibile contrarre durante l’estate.

Le infezioni più diffuse al mare

Una delle infezioni che spesso si contrae andando al mare è l’impetigine. Questa è un’infezione di tipo batterico e colpisce soprattutto i bambini. Di età inferiore ai 10 anni. Essa causa delle piccole macchie rossastre su cui possono formarsi anche delle vescicole e bollicine, che di solito scompaiono nel giro di 4 o 8 giorni.

Se le lesioni sono superficiali, per curarle basterà somministrare al bimbo una pomata a base di antisettici ed antibiotici, 2-3 volte al giorno per almeno una settimana dopo la scomparsa delle lesioni. Per le lesioni più estese, invece, il pediatra potrebbe prescrivere al bimbo un antibiotico da assumere per via orale.

Per prevenire l’infezione gli esperti raccomandano di rispettare sempre le regole fondamentali dell’igiene, e di lavare bene i residui di acqua del mare dalla pelle dei bambini. Infine evitate anche che i vostri piccoli si grattino quando vengono punti da un insetto.

Un altro dei malanni in cui possiamo incorrere quando siamo in vacanza al mare è il disturbo gastrointestinale. Gastroenteriti virali e batteriche sono molto comuni sotto i tre anni e non solo. Questo è un disturbo che spesso deriva dai cibi mal cotti oppure guasti. Un’altra delle possibili cause è anche la proliferazione batterica nell’acqua delle piscine.

A proposito di piscina, questa di sicuro piace da impazzire ai bambini, ma talvolta è anche un ambiente in cui si possono contrarre i funghi. Principalmente i sintomi riconducibili a questa condizione sono: eritemi e squame sotto la pianta dei piedi, sul palmo delle mani e tra le dita.

Per curare i funghi è necessario utilizzare creme antimicotiche, che vanno applicate 2 volte al giorno per almeno un paio di settimane. Per prevenire i funghi, basta indossare sempre le ciabatte a bordo piscina, e nelle docce. Poi utilizzate sempre teli, asciugamani e spazzole personali.

Le punture d’insetto

Oltre alle infezioni anche le punture d’insetto possono causare grossi problemi. Api, vespe e calabroni a volte sono pericolosi perché il loro morso è davvero molto fastidioso e anche doloroso. Se vi dovesse capitare di essere morsi da uno di questi insetti, vi basterà trattare la puntura con delle pomate cortisoniche. In caso di febbre potete utilizzare degli antipiretici.

Anche le zanzare con cui facciamo i conti per tutta l’estate, possono trasmettere diverse malattie. Specialmente se vi recate in vacanza in zone in cui queste sono endemiche.

Le malattie che si possono contrarre tramite la puntura di una zanzara sono: febbre di dengue, chikungunya, e anche il purtroppo famoso virus Zika. Tutte queste malattie possono essere prevenute semplicemente evitando di esporsi alle punture delle zanzare. Indossate quindi pantaloni e magliette a maniche lunghe e utilizzate anche repellenti e zanzariere.

Le meduse

E se parliamo di punture purtroppo bisogna fare anche molta attenzione a quelle delle meduse. Facendo il bagno al mare, potremmo infatti entrare in contatto con una di loro. Se ciò dovesse accadere la prima cosa da fare è disinfettare subito prima con dell’acqua di mare e poi con il bicarbonato.

Medicate poi la parte del corpo punta dalla medusa con del gel a base di cloruro d’alluminio. Questo è il consiglio che danno gli esperti.

I colpi di sole

Tra i malanni estivi di cui spesso siamo vittime, come non menzionare i colpi di sole e di calore, e Anche in questo caso i bambini sono i più a rischio. Per tenere alla larga questi due malanni è sufficiente indossare un cappellino sulla testa e magari bagnare anche i capelli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.