CONDIVIDI

Incendio in un autobus in India, anche bambini tra le vittime

india-incendio-bus

44 morti, tra i quali dei bambini: è questo il tragico bilancio di un violento incendio scoppiato all’interno di un bus a Mehabubnagar, tra Bangalore e Hyderabad, nel sud dell’India.

Il mezzo, alimentato a gasolio, ha subito preso fuoco dopo aver urtato le barriere autostradali ed è esploso. Molti dei passeggeri non sono riusciti a fuggire dal mezzo in fiamme e sono stati bruciati vivi.

Sull’autobus viaggiavano 49 persone, di queste, come riportato dalla polizia locale, solo cinque sono sopravvissute, tra cui l’autista e l’addetto alle pulizie del bus, usciti dal mezzo prima che prendesse fuoco, spaccando il vetro. La polizia ipotizza che il loro sia stato un tentativo di fuga e sono quindi stati arrestati per essere interrogati. Oltre ai due arrestati, ci sono altre tre persone ricoverate in ospedale.

“L’autobus andava troppo veloce”, ha spiegato un funzionario della polizia. La causa dell’indicente, almeno stando a una prima ricostruzione dei fatti, sarebbe quindi l’eccessiva velocità. Il bus avrebbe urtato le barriere divisorie al centro della carreggiata danneggiando il serbatoio, con conseguente uscita del gasolio che ha scatenato l’incendio.

Secondo a World Health Organization, l’India è il Paese con il più alto numero di decessi causati da incidenti stradali, si stima infatti che muoiano circa 110 mila persone ogni anno. Nel 2011 si era raggiunta la cifra impressionante di 130 mila vittime. Tra le cause principali: la scarsa manutenzione dei veicoli, l’eccessivo carico dei mezzi e la guida spericolata degli autisti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.