CONDIVIDI

Quando una persona pensa intensamente a un’altra, emette un’energia che scorre attraverso un filo telepatico fino alla persona pensata: è come una scia che arriva alla persona, scia luminosa , se in senso benefico; corrente tossica, se in senso malefico. Si stabilisce così un vero collegamento che li unisce.

Il legame si accresce e il filo diviene più grande che il pensiero aumenta di intensità e diviene continuo.

Se sono più persone a pensare e ad operare, le proporzioni diventano maggiori e di un’efficacia notevole.

Su questo principio è fondata l’azione di aiuto che molti danno in silenzio per la guarigione di malattie, morali e fisiche, di conforto e sofferenti e di aiuto a sfiduciati: sono i Volontari del bene, sparsi ovunque, ma uniti tra loro da un’ideale comune di bene attraverso il buon uso delle energie mentali.

Tra coloro che hanno affinità di sangue o di sentire, il pensiero non ha barriere, si comunica con estrema facilità. Così avviene tra parenti, tra amici e sopratutto tra madre e figli, poichè la perfetta sintonia agisce dal canale telepatico.

Pensiero diverso

Unica barriera al pensiero è la diversità.

Ma , attenzione! Questa barriera è infranta in senso positivo dall’Amore e, putroppo, in senso negativo dall’odio, unisce in una catena che non si può spezzare.

Chi ama e chi odia, si lega con chi ama o con chi odia, reciprocamente; stabilisce un’unione che li fa vicini, se se fisicamente lontani.

Questa realtà deve far riflettere profondamente per i suoi effetti: mentre il legame psichico e spirituale è superiore a ogni altro legame perchè, nell’unità della vita, è il più elevato e salutare; il legame dell’odio è il più basso e distruttivo, con enorme danno reciproco per coloro che ne sono avvinghiati.

 Tratto dal libro “I prodigi del pensiero positivo” 

Autore Amadeus Voldben

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.