CONDIVIDI

Donne mamme-fanciulle-massaie: quante volte avete fatto i conti con la lavatrice singhiozzante? Quante altre, avete estratto capi e calzini che emanavano cattivo odore?
Il problema si chiama: mancata igienizzatore della lavatrice.

Togliere sporco lavatrice

Innanzitutto dobbiamo sapere che lo sporco che si annida nella lavatrice rischia di contaminare gli indumenti, rendendoli maleodoranti.
Un tempo le nostre nonne non avevano di questi problemi avvezze, com’erano, a lavare panni e canovacci a mano, con aceto o cenere.

Nell’era moderna, invece, dobbiamo imparare a gestire gli strumenti che la tecnologia ci mette a disposizione.
Ad esempio, è importante prendere la sana abitudine di far transitare l’aria, dentro e fuori la lavatrice, mantenendo lo sportellino dell’oblò aperto quando essa non è in funzione.

L’utilizzo sistematico di decalcificanti o prodotti naturali igienizzanti, come il bicarbonato di sodio o piccole dosi di aceto può rivelarsi un vero e proprio toccasana.

Aceto di sidro di mele

L’aceto di sidro di mele presenta un tasso di acidità del 5% e questo fa sì che esso non corroda le parti che compongono la lavatrice ma, al contrario, le igienizzi.
Ogni tanto, provate a fare lavaggi a vuoto a 95 gradi così da pulire l’interno della lavatrice e fate in modo che il residuo di acqua rimanente confluisca nel tubo di scarico.
Se il cattivo odore persistesse e la situazione dovesse peggiorare, sarebbe il caso di chiamare la vicina di casa o rivolgersi al proprio compagno (del resto, anche questo è uno dei vantaggi di avere un uomo in casa).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.