CONDIVIDI

Le Iene hanno iniziato la nuova stagione televisiva con un commovente tributo alla mitica Nadia Toffa, scomparsa quest’estate a causa di un tumore molto aggressivo. Erano cento le Iene a commemorarla, tra queste le iene storiche che hanno contribuito al successo del programma : Simona Ventura, Enrico Lucci, Fabio Volo , Luciana Litizzetto ecc.

Una puntata che inizia con il botto creando un’atmosfera che ha commosso il pubblico in sala e i telespettatori ma è stata anche una puntata all’insegna della polemica per l’assenza di Ilary Blasi e Teo Mammuccari.

Come mai Blasi e Mammuccari non erano presenti alle Iene?

La domanda se la sono posta in tanti e la risposta ancora non è arrivata da parte dei diretti interessati. I commenti, però, su twitter sono stati diretti :

“Quasi 10 anni alla conduzione delle Iene insieme alla Toffa ma Ilary Blasi se ne frega. La grande assente di sempre visto che non è andata nemmeno al funerale», scrive una follower. E ancora: «Ricordo toccante di Nadia Toffa. Ma Ilary Blasi?”.

«Non c’erano né Ilary Blasi, né Teo Mammuccari. Zero rispetto. Zero umanità”.

Da Instagram intuiamo che Ilary è a Londra per lavoro mentre di Mamuccari non si sa nulla.

Le polemiche sul web non si arrestano ed è tanta la delusione dei telespettatori che hanno visto nella mancata presenza dei due conduttori un’enorme mancanza di rispetto.

Iene, che tumore aveva Nadia Toffa?

Come specificato ieri in diretta da Alessia Marcuzzi, nessuno sapeva realmente che tumore avesse Nadia Toffa se non le poche info pervenute circa un brutto male al cervello. In realtà ,si trattava probabilmente del cancro più aggressivo che le poteva capitarle , tanto che i medici le avevano dato un anno di vita al massimo. Nadia Toffa era dunque assolutamente consapevole di quello che sarebbe stato il suo excursus ma continuava a vivere la vita con il sorriso sostenendo che non è “quanto vivi ma come vivi”.

Tra i benigni il più frequente è il meningioma (30,1%), mentre tra i maligni il glioblastoma (20,3%), l’ astrocitoma (9,8%). Si tratta di tumori che nascono nell’encefalo, che si differenziano da quelli secondario, ovvero che si sviluppano nel cervello come metastasi di altri tumori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.