CONDIVIDI
virginia-raggi-candidata-sindaco-m5s

Gli animi si infiammano ancor di più dopo l’arresto del braccio destro del sindaco di Roma Virginia Raggi, Marra, tra il rappresentante del Movimento Cinque Stelle, Beppe Grillo, e lo stesso sindaco. 

La prima cittadina di Roma avrebbe tentato di chiedere scusa ed ha ammesso di aver fatto un errore, ma questo non sembra essere bastato a Grillo. La Raggi ha infatti confessato: “L’amministrazione andrà avanti con serenità. Abbiamo sbagliato, Marra era già un dirigente e ci siamo fidati, mi dispiace per i cittadini romani, per il M5S e per Beppe Grillo che aveva evidenziato qualche perplessità“.

Queste parole, però, non sono state apprezzate dal rappresentante del Movimento cinque stelle che continua, inesorabilmente, ad affermare di voler togliere il simbolo di Cinque stelle al nuovo sindaco di Roma. Per Grillo non basta chiedere scusa, viste le sue allerte sul braccio destro della Raggi. 

Molti politici si sono schierati dalla parte di Beppe Grillo in questa vicenda, tuonando, orgogliosi, di essere dalla parte giusta. 

Di sicuro, quello dell’arresto di Raffaele Marra, è stato per Virginia Raggi un vero colpo al cuore, considerata la fiducia che la donna continuava a riporre in quell’uomo. Come si evolverà tutta questa storia?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.