CONDIVIDI

Google blocca i contenuti di 100 mila ricerche pedopornografiche

eric-schmidt

Niente più ricerche pedopornografiche su Google: ad annunciarlo è stato l’amministratore delegato Eric Schmidt. Il gruppo sta sviluppando una nuova tecnologia che consentirà di bloccare un gran numero di ricerche con contenuti pedopornografici.

Schmidt, in un articolo pubblicato oggi sul Daily Mail, ha spiegato che sono stati individuati più di 100.000 tipi di ricerca legati alla pedopornografia, i cui risultati potranno ora essere cancellati. Le restrizioni saranno applicate prima nei Paesi di lingua inglese, poi estese nel resto nel mondo e ad altre 158 lingue nell’arco di sei mesi.

“Google – ha dichiarato l’amministratore delegato – ha mobilitato più di 200 dipendenti sullo sviluppo di nuove tecnologie per controllare il problema. Abbiamo impostato con precisione Google Search per individuare nei nostri risultati i link legati all’abuso sessuale sui bambini. Anche se nessun algoritmo è perfetto e Google non può impedire che i pedofili aggiungano nuove immagini sul web, le novità introdotte hanno consentito di ripulire i risultati di più di 100.000 applicazioni potenzialmente correlati di abusi sessuali sui minori.”

Era da tanto che si chiedeva a Google di impegnarsi in maniera attiva nella lotta contro la pedopornografia sul web. Si tratta di una decisione importante, che sarà sicuramente discussa nel corso del meeting in programma oggi a Londra: David Cameron incontrerà i vertici di Google, Microsoft e altri colossi del web per fare il punto sulla sicurezza di Internet.

“Senza dubbio la società non arriverà mai a eliminare tale depravazione – ha aggiunto l’ad – ma dovremmo fare tutto ciò che è in nostro potere per proteggere i bambini.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.