CONDIVIDI

Giornata della salute della donna: informazioni

Oggi è la prima Giornata nazionale per la salute della donna, data di nascita che coincide con quella del premio nobel Rita Levi Montalcini.

La richiesta di istituire questa giornata era stata avanzata, attraverso il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, dalla Fondazione Atena Onlus e dal Comitato Atena Donna, impegnati su più front nell’universo della salute femminile, dalla ricerca nel campo delle neuroscienze alla prevenzione, dalla nascita alla vecchiaia.

In occasione di questa Giornata, a partire da oggi fino al 28 aprile, 180 ospedali offriranno la loro assistenza “a porte aperte”: visite e consulti clinici saranno gratuiti. Le strutture che aderiscono all’iniziativa saranno contraddistinte dal “Bollino Rosa”, simbolo dell’iniziativa “(H)Open Week” promossa da Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna. L’iniziativa è volta alla sensibilizzazione, alla prevenzione e alla cura delle patologie che coinvolgono maggiormente il mondo femminile.

“Migliorare l’accesso delle donne al Servizio Sanitario Nazionale, promuovere l’informazione sulle diverse patologie femminili per garantire un progresso nella Medicina di genere, sono tra gli obiettivi degli ospedali con i Bollini Rosa”, spiega Francesca Merzagora, presidente di Onda.

Negli ospedali aderenti all’iniziativa verranno inoltre organizzate iniziative di vario tipo e 300 eventi informativi.

L’elenco delle strutture è disponibile sul sito www.bollinirosa.it, assieme all’elenco dei servizi offerti e alle modalità di prenotazione.

Le aree specialistiche coinvolte nell'(H)Open Week sono: diabetologia, dietologia e nutrizione, endocrinologia, ginecologia e ostetricia, malattie cardiovascolari, malattie metaboliche dell’osso, neurologia, oncologia, reumatologia, senologia e sostegno alle donne vittime di violenza.

Giornata della salute della donna: diabete e osteoporosi

Tutte le interessate troveranno gli esperti dell’Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica (Adi), pronti a fornire informazioni e consigli pratici riguardanti l’alimentazione nei vari cicli di vita della donna. Un tema, questo, a cui la popolazione femminile non riversa sempre la dovuta attenzione.

Così come nei confronti dell’osteoporosi, patologia ancora troppo spesso sottovalutata dalle donne. A tal proposito ci sarà “Stop alle Fratture”, campagna dedicata alla sensibilizzazione di questa malattia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.