CONDIVIDI

Rapporto di coppia – Cos’è la gelosia? Per capire meglio come gestire questo sentimento è innanzitutto fondamentale dargli una giusta definizione. La gelosia è quel sentimento incontrollabile che ci acceca a prescindere dalla azioni del nostro partner.

In un rapporto di coppia è normale che esista la gelosia, quella sana che indica che ci teniamo a lui o a lei. Se però la stessa si trasforma in un’ossessione, allora c’è qualcosa di malsano che va fermato.

La gelosia potrebbe , infatti, diventare un sentimento dannoso e devastante,  non solo per il partner ma anche per chi la vive! Ti capita di farti dei “film” in testa, pensando che il tuo compagno/a possa provare interesse per una collega di lavoro o un’amica, anche solo perchè ci sta parlando? Bene, fermati e rifletti perchè non è esattamente quello che sembra.

Se non vuoi rovinare il tuo rapporto e vivere più serena , evitata di fare troppe scenate dando fiducia al tuo partner.

Gelosia che diventa ossessione

Tutte, chi più, chi meno, siamo gelose. Quando si inizia a provare una punta di gelosia nei confronti del proprio partner, significa che c’è interesse. Questo significa che ci  stiamo iniziando ad affezionarci e non vogliamo che niente e nessuno ce lo porti via. Fin qui tutto normale, fino a quando la gelosia rimane quell’ingrediente che vivacizza il rapporto non c’è niente di male, ma quando diventa una vera e propria ossessione dovremmo iniziare a preoccuparci. L’eccesso potrebbe rappresentare un problema serio, non solo per la persona gelosa ma anche per il partner che si trova a fare i conti con questa gelosia morbosa.

Un tale sentimento fa star male entrambi, la persona gelosa soffre perché non riesce più a essere felice, vede pericoli e inganni ovunque. Può capitare, infatti, che  un involontario scambio di sguardi tra il partner e un’altra persona si trasformi in un possibile tradimento, scompare la fiducia e , qualsiasi cosa anche la più banale, diventa fonte di discussione. Si può arrivare persino ad aver paura di uscire insieme in pubblico, come recarsi alle feste, o anche andare al mare, perché vengono considerati occasioni di perdizione.

Gelosia allontana il partner

Da canto suo, la persona che subisce tale gelosia si sente offeso da un simile trattamento che pensa di non meritarsi, non si sente amata, al contrario, è come se vivesse costantemente su un territorio minato, a ogni passo può finire su una bomba che esplodendo genera nuovi litigi. Questo lo porta all’esasperazione e l’unica alternativa è l’allontanamento.

Le gelosia ossessiva rovina le relazioni, ma da cosa dipende? Le cause sono molteplici, a volte può essere legata a scarsa autostima, altre volte a episodi passati che aleggiano come dei fantasmi sopra la coppia, oppure avvenimenti familiari.

I rimedi però esistono. Per prima cosa si deve cercare di curare la gelosia dall’interno, se non si riesce a convincere se stessi del fatto che non ci sono motivi per essere così tanto gelosi, sta al partner, con tanta calma e amore, cercare di farlo capire al proprio compagno/a, rassicurandolo. Se le cure fai da te non dovessero funzionare perché l’ossessione ha raggiunto ormai livelli troppo alti, è meglio rivolgersi a un esperto, che con la psicoterapia unita, a volte, all’utilizzo di antidepressivi e ansiolitici, vi aiuterà a uscire da questo problema.

Tranquille, di gelosia si può guarire!

Gelosia nella coppia: i segnali che ci dicono che è finita

Gelosia di coppia e i primi segnali che ci dicono quando chiudere una storia.

 La gelosia è un sentimento particolare, naturale e innato che nasconde frustrazioni, paure e desideri a volte inconfessabili. Alcune ricerche hanno dimostrato che nelle coppie dove c’è un partner molto sicuro dell’altro i rischi di gelosia sono minori.

In generale però un sentimento di gelosia può essere causato da ossessione e diffidenza.

A loro volta ossessione e diffidenza possono nascondere: insicurezza personale e bassa autostima, eccessiva dipendenza e desiderio di manipolare l’altro e aspettative infondate sul proprio partner.

Il sentimento dello gelosia è stato anche studiato a lungo da molti psicoterapeuti.

Secondo Freud la gelosia è come il dolore e per questo può essere considerata un sentimento normale.

Dalle persone e soprattutto dai partner gelosi vanno distinti i partner possessivi, che vogliono controllare in tutto e per tutto i comportamenti dell’altra persona.

Per tutelare la propria autonomia ed indipendenza è meglio porre dei limiti a questi atteggiamenti.

Se il vostro partner vi aggredisce fisicamente e per gelosia, di solito nasconde immaturità, dipendenza e spesso tentativi di manipolazione. In questo caso è meglio evitare di assecondare questi comportamenti.

Per provare ad uscire da questa situazione il soggetto geloso dovrebbe provare a risolvere il problema causa della gelosia e il partner dovrebbe essere paziente e aiutare l’altro.

Se però la gelosia è distruttiva serve necessariamente un aiuto esterno attraverso una psicoterapia mirata.

Come capire se lui mente

Il sesto senso femminile difficilmente sbaglia, ma a volte può essere offuscato da preoccupazioni prive di fondamento. Se quindi vi siete messe in testa che il vostro lui vi sta riempiendo di bugie, accertatevi che questo pensiero non sia il frutto di ansie e paranoie legate magari a un momento particolarmente stressante per voi.

L’avere dei dubbi sul vostro uomo può essere un chiaro segnale di mancanza di fiducia. Come ben saprete, la fiducia è alla base di una relazione, se non ci si fida del proprio partner è impossibile costruire una storia d’amore duratura. Se vi siete sempre fidate ciecamente di lui e prima d’ora non vi era mai capitato di dubitare della sua sincerità, forse c’è effettivamente qualcosa che non va.

Prima di iniziare con “le indagini”, è importante accertarsi che il problema non sia vostro ma suo, che i dubbi siano la conseguenza di reali cambiamenti nel vostro lui.

I segnali

Le bugie, si sa, hanno le gambe corte, prima o poi la verità viene a galla. Captare i segnali delle menzogne, soprattutto se provengono da una persona che si conosce molto bene, non è poi così difficile. Il fatto è che a volte preferiamo non vedere e ci mettiamo il prosciutto negli occhi. Se questo non è il vostro caso, non vi resta che aguzzare la vista e osservare attentamente il vostro partner.

Gli occhi

Gli occhi sono lo specchio dell’anima, niente di più vero! Sono in grado di rivelarci ciò che le parole non dicono. Rivolgetegli le vostre domande guardandolo negli occhi, vi sarà molto più semplice capire se sta dicendo la verità o una bugia. Distogliere lo sguardo, avere qualche tic nervoso, sono sicuramente segnali importanti, denotano un certo senso di disagio, proprio di una persona che sa di non avere la coscienza pulita.

I gesti

Il linguaggio del corpo è spesso più comunicativo di quello verbale. Gesticolare in maniera frenetica, camminare avanti e indietro nervosamente mentre state parlando, non riuscire a rimanere seduto per più di qualche minuto, dondolare la gamba, possono essere i segnali di una persona che, messa alle strette, non riesce a celare il suo nervosismo.

Le parole

Ascoltate con attenzione le sue risposte, solo così potrete captare eventuali falle nelle sue spiegazioni. Se notate una certa vaghezza o incongruenze con quello che magari vi aveva già detto qualche giorno prima, se rifiuta di rispondervi, se utilizza un tono di voce basso e titubante, se appare indeciso, fareste bene a dubitare della sua buona fede.

Prove concrete

Se l’ipotesi del tradimento si delinea in maniera sempre più netta nella vostra mente, non vi resta che andare alla ricerca di prove schiaccianti. Il suo cellulare e le tasche di giacche e pantaloni rappresentato i luoghi ideali in cui trovare risposte ai vostri dubbi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.