CONDIVIDI

La gelosia costruttiva

Sulla gelosia esistono da sempre opinioni contrastanti. C’è chi la considera sinonimo di interesse e ingrediente immancabile in una relazione, chi la difende solo se presente in piccole dosi e chi, al contrario, la demonizza, ritenendola un pericolo per la stabilità della coppia.

La verità possiamo trovarla nel mezzo. Non possiamo negare che la gelosia eccessiva, malata, morbosa possa portare a gesti esagerati, la cronaca quotidiana, con i molteplici casi di femminicidi, ci fornisce una testimonianza inconfutabile, ma se incanalato e gestito nella maniera giusta, questo sentimento è in grado di rafforzare l’intesa di coppia.

Sono due i comportamenti che possono avere luogo davanti a qualcuno che corteggia il partner o di fronte a un suo atteggiamento ambiguo: c’è chi mette in piedi una scenata in grande stile, arrivando persino alla rottura del rapporto, e chi, al contrario, mette in primo piano la coppia, utilizzando la seduzione e l’ironia come armi di difesa.

Niente urla e isterismi, la gelosia viene affrontata in maniera decisa ma senza aggressività. Il partner geloso cerca una maggiore intimità per rafforzare l’unione contro il nemico. Utilizza sguardi e comportamenti che facciano capire sia alla propria metà che al corteggiatore che lui è presente e vigile, pur restando discreto.

Un simile modus operandi è frutto di una grande fiducia di fondo e solidità del rapporto. Una tale forma di gelosia può essere definita “costruttiva”, in quanto non distrugge la coppia, ma rafforza l’unione.

Il partner che “subisce” la gelosia apprezza la fiducia dimostratagli, il partner geloso, a sua volta, riesce a uscirne vincente e fiero del sua capacità di autocontrollo.

Insomma, la gelosia costruttiva fa bene al rapporto e a entrambi i membri della coppia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.