CONDIVIDI
Treno-Trenitalia

Tragedia in provincia di Catanzaro, dove un treno in corsa ha travolto un tredicenne, uccidendolo. Secondo le prime ricostruzioni alla base del dramma ci sarebbe un gioco a dir poco perverso: una gara di selfie con il treno in corsa sullo sfondo.

Il ragazzo stava attraversando dove non esistono passaggi a livello

Secondo le ricostruzioni dei soccorritori, al momento dell’impatto il ragazzo stava attraversando la ferrovia in una zona dove non esistono passaggi a livello. Con lui c’erano altri due minorenni che, mentre si avvicinava il convoglio regionale, sono fuggiti per la paura.

A raccontare parte della dinamica dei fatti ci ha pensato il macchinista, ancora sotto schock. Al momento dell’impatto il treno stava viaggiando in direzione Reggio Calabria.

Gli amici del ragazzo deceduto, rimasti illesi, sono stati interrogati e hanno raccontato la storia dei selfie. I due adolescenti hanno affermato di essere partiti da Petrizzi alla volta di Soverato, dove è avvenuta la tragedia, nel primo pomeriggio.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.