CONDIVIDI

Con il passare dell’età, passa anche la bellezza fisica. Non sempre però, l’età corrisponde ad un invecchiamento fisico infatti se curiamo l’alimentazione e pratichiamo attività fisica moderata ogni giorno potremmo rimanere a lungo giovani. 

Molte donne lamentano cellulete sulle gambe e vorrebbero averle più snelle. Come fare dunque? Come detto prima, l‘alimentazione è alla base di tutto ma non basta: bisogna fare attività fisica e avere maggiori accortezze. Vediamo di capirne di più.

Gambe toniche e cibi da evitare

Nella scelta di cosa mangiare è bene prestare attenzione è l’indice glicemico (IG), un valore che misura con quale velocità aumenta la glicemia, ovvero il livello di glucosio nel sangue, dopo aver ingerito un determinato alimento. Perché è così importante?

Il glucosio è un nutriente essenziale, soprattutto per il rifornimento energetico del cervello, e il nostro corpo possiede dei meccanismi innati di regolazione della glicemia per assicurare che i valori rimangano costanti e ottimali, mai troppo alti né troppo bassi. Il controllo glicemico:

🔹Previene la comparsa di diabete di tipo II non fa sorgere la cellulite
🔹Riduce la produzione endogena di colesterolo
🔹Favorisce il controllo del peso corporeo
🔹Migliora la concentrazione e la stanchezza

Come avere gambe perfette

Gambe perfette? La risposta arriva da uno studio realizzato dall’associazione dei chirurghi plastici britannici.

Si basa sulla combinazione tra la linea delle ossa, che deve essere dritta dalla sommità della coscia fino alla caviglia e quella dei polpacci, dalla curvatura leggera ma pronunciata.

Mentre per la prima decide Madre Natura, la seconda si può migliorare.

Come?  Indossando scarpe con il tacco. Infatti sollevando il tallone, la caviglia sembra più sottile.

L’esercizio fisico è fondamentale per il benessere delle nostre gambe.

Nuoto, bicicletta, o semplicemente una camminata a passo spedito.

Per contrastare i gonfiori l’ ideale è una dieta povera di sodio e ricca di vitamine.

Inoltre anche un massaggio con un trattamento specifico può dare nel tempo risultati soddisfacenti.

Capillari gambe rimedi

I capillari sulle gambe rappresentano uno dei problemi più diffusi tra le donne. Esposizione al sole, genetica, peso eccessivo e un lavoro che costringe a stare tane ore in piedi sono le cause principali di comparsa dei capillari.

Primo rimedio le calze a compressione o calze elastiche

I livelli di compressione sono diversi a seconda della gravità e anche le calze lo sono. Se infatti i capillari sono presenti solo nella parte bassa delle gambe è sufficiente indossare dei gambaletti, altrimenti è necessario l’utilizzo di collant. È possibile trovarle in farmacia o nei negozi di articoli sanitari.

Indossare le calze a compressione, migliora l’afflusso del sangue e riduce la comparsa dei capillari ed evita che si formi sulle gambe l’effetto “cartina geografica”!

Secondo rimedio creme che favoriscono la circolazione

La centella, l’eucalipto e il ginkgo biloba sono tutti prodotti naturali che favoriscono la circolazione, rafforzano le pareti delle vene e riducono il rossore.

Terzo rimedio non fare bagni eccessivamente caldi

Bagni caldi e sbalzi di temperatura causano infatti la rottura dei capillari.

Quarto rimedio scleroterapia in uno studio medico

Utilizzando un ago sottile, i medici iniettano una soluzione speciale nei vasi sanguigni della gamba che provoca la coagulazione del sangue . In alcuni casi , sono richieste diverse iniezioni prima che i capillari scompaiano.

Quinto rimedio trattamento laser

Se i capillari sono tanti ed evidenti, si può ricorrere al trattamento laser.  La terapia non è indolore per cui non tutti la preferiscono.

Ozonoterapia contro la cellulite

Una cura che si può sperimentare in tutte le stagioni dell’anno ma che sembra perfetta per quando si avvicini l’estate e quindi tutte noi ci ritroviamo alle prese con la prova costume.

E’ ideale soprattutto nei casi più leggeri, anche perché bastano un paio di sedute la settimana in centri specializzati, della durata di 20-30 minuti e quindi programmabili anche nella pausa pranzo oppure appena usciti dal lavoro. Originariamente l’ozonoterapia era utilizzata esclusivamente per scopi curativi, ma con il tempo il suo utilizzo si è allargato visto che è in grado di sciogliere le cellule di grasso, passaggio fondamentale per il trattamento della cellulite.

In un colpo solo quindi avremo una doppia convenienza, ossia una cura rapida e i cui effetti si vedranno tangibilmente in tempi relativamente brevi sul nostro corpo, ma anche l’utilizzo di sostanze naturali e non farmacologiche. Infatti sotto la pelle viene iniettato un gas composto da 3 molecole di ossigeno, tramite un apposito apparecchio che lo trasforma in ozono.

Ad inizio seduta il medico aspira il gas con una siringa e successivamente lo immette nella zona da trattare, soprattutto cosce e interno ginocchio per la cellulite con un ago molto sottile e quindi sostanzialmente indolore. E una volta terminato il trattamento si può riprendere tranquillamente a fare le normali attività quotidiane. Possono bastare dagli otto ai dieci appuntamenti per ottenere un bel risultato ed essere pronte per la temuta prova con i nostri costumi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.