gambe

Le gambe, insieme allo sguardo, sono uno dei punti cruciali di ogni donna, simbolo di sensualità.

Per questo ogni donna dedica molta attenzione per rendere perfetta questa parte del corpo e per correggere tutti i difetti e gli inestetismi che colpiscono questa parte del corpo.

Ma come possiamo rendere le nostre gambe snelle e perfette? Come possiamo ridurre le cosce?

Come spesso accade non esistono ricette miracolose, ma seguendo alcuni pratici consigli potremmo riuscire a correggere qualche difetto ed essere più soddisfatti delle nostre gambe.

La prima cosa e un’alimentazione equilibrata, nella quale elimineremo quasi completamente il sale uno degli alimenti che causa proprio la cellulite.

Seconda cosa molto importante è condurre una vita meno sedentaria e dedicarci ad un’attività fisica mirata proprio a questa parte del corpo: sono consigliate la corsa, lo step e la piscina.

Introdurre molti liquidi: il classico consiglio è quello di bere almeno 1,5 l di acqua al giorno ed eliminare dal nostro stile di vita fumo ed alcol.

Se poi quello che cerchiamo è la perfezione, consigliati sono i massaggi modellati che aiutano sicuramente a migliorare la forma delle nostre gambe.

Circolazione gambe rimedi naturali

Capita però che a causa di stress, cattivi stili di vita o patologie di vario tipo, questa possa presentare dei problemi, in particolare per quanto riguarda la circolazione alle gambe.

Tra le soluzioni (totali o parziali) al problema, troviamo sia rimedi artificiali che naturali. Esistono diversi prodotti per attuare delle cure farmacologiche.

Parliamo di farmaci anticoagulanti, farmaci flebotonici, farmaci profribinolitici.

Prima di praticare una cura di questo genere, è indispensabile il parere di uno specialista.

Altra cosa sono i rimedi naturali alla circolazione delle gambe: si può ricorrere a essi in modo facile, veloce e fai da te.

Vediamone alcuni:

– Praticare esercizio fisico e sport in maniera regolare, preferendo sport come il nuoto o abituarsi a fare delle lunghe passeggiate.
– Cercare di mantenere il proprio peso ideale
– Rialzare il letto in corrispondenza dei piedi o, almeno, quando si dorme, tenere i piedi leggermente alzati rispetto al resto del corpo, aiutandosi con un cuscino
– Muovere spesso le gambe, soprattutto se si trascorrono molte ore del giorno nella stessa posizione per lungo tempo
– Scegliere un’alimentazione equilibrata, con alimenti che favoriscono la corretta circolazione del sangue, dai mirtilli ai cibi ricchi di vitamina C  

Ritenzione idrica gambe

Si tratta dell’accumulo di liquidi in alcune zone del corpo in particolar modo su gambe, cosce e glutei e le cause sono principalmente legate a un cattivo funzionamento del metabolismo che soprattutto in estate è rallentato.

Le alte temperature estive sono una delle cause più frequenti di ritenzione idrica sulle gambe.

Il ristagno di liquidi nei tessuti rende le gambe gonfie ed evidentemente poco attraenti. Ma la ritenzione idrica delle gambe non è solo un problema estetico, è infatti molto spesso legato ad una alimentazione poco corretta, piuttosto che all’assunzione di farmaci o ancora ad una vita sedentaria.

Stare seduti tutto il giorno o anche stare in piedi infatti, intorpidisce i muscoli delle gambe che non sono più in grado di far fluire il sangue verso l’alto, così facendo, i liquidi si depositano tutti nella parte inferiore del corpo e quindi nelle gambe.

Anche un’alimentazione ricca di sale e di alimenti ad alto contenuto di zuccheri influisce negativamente così come l’assunzione di farmaci per cure ormonali.

Come curarla

Punto di partenza per la battaglia contro la ritenzione idrica delle gambe è di sicuro una dieta a basso contenuto di sodio. Il sodio trattiene infatti i liquidi che gonfiano la parte interessata.

Bere tanta acqua al giorno è il secondo step, l’acqua infatti, aiuta ad espellere i liquidi in eccesso.

Si assolutamente agli sport, nuoto e ciclismo sono ottimi per combattere la ritenzione idrica nelle gambe.

Frutta, verdura e cibi ricchi di potassio, agiscono nella direzione opposta a quelli che trattengono i liquidi, perché stimolano la diuresi e questo aiuta ad eliminare il sodio in eccesso.

Piedi gonfi in gravidanza

I piedi gonfi in gravidanza sono un disturbo diffusissimo in questo periodo di vita di una donna, soprattutto negli ultimi tre mesi di gestazione. Il fenomeno si può accentuare ulteriormente quando ormai mancano un paio di settimane al parto.

Piedi, gambe, ma a a volte anche viso e mani tendono a ingrossarsi, la pelle si fa tirata e lucida. Ma perché succede tutto questo?

La causa è la ritenzione idrica ovvero un ristagno di liquidi nel nostro organismo che può dipendere da:

squilibrio ormonale: il periodo della gravidanza è molto importante per una donna, un momento che coinvolge ogni sua singola parte del corpo, anche gli ormoni. In particolare si nota un aumento del progesterone che favorisce l’aumento della temperatura del nostro corpo e agisce come vasodilatatore rallentando quindi la circolazione sanguigna.
cambiamenti fisici: con la gravidanza e in particolar modo negli ultimi tre mesi, l’utero aumenta la sua dimensione andando a comprimere i vasi che portano il sangue dai piedi e dalle gambe al cuore. Questo favorisce il ristagno di liquidi.
cause ematologiche: durante la gestazione, il sangue cambia composizione e aumenta il plasma ovvero la parte liquida composta da sali minerali, acqua e proteine. Il plasma fuoriesce dai vasi e ristagna nei tessuti provocando la ritenzione idrica.
Pilates per combattere la ritenzione idrica

Pilates è una disciplina che oltre a migliorare la postura, rafforza il corpo e la mente. Motivo per cui, viene sempre più spesso praticato anche nei centri di riabilitazione e non solo nelle palestre.

Quali i benefici

Avvicinarsi al pilates, può davvero fare la differenza nella salute e nel benessere del corpo e della mente. La regola base del pilates resta imparare a concentrarsi e sentirsi in sintonia con il corpo.

Ecco perché è essenziale una corretta respirazione, che aiuta a eseguire movimenti con la massima potenza ed efficienza. Imparare a respirare correttamente aiuta oltrettutto a ridurre lo stress.

In una vita sedentaria come quella dei nostri giorni, una corretta postura gioca senza dubbio un ruolo fondamentale.

Praticare pilates aiuta a sviluppare i muscoli addominali e allungare la schiena, a migliorare l’elasticità muscolare e la mobilità articolare con evidenti benefici in termini di forza e di riduzione degli infortuni. Chi pratica pilates riduce notevolmente gli episodi di mal di schiena.

Gli esercizi di pialtes, donano tonicità muscolare e per questo motivo anche i grandi sportivi lo praticano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.