CONDIVIDI

Terapia di coppia: sì o no?

Sono in tanti a dubitare dell’efficacia della terapia di coppia. Funziona davvero? È in grado di risolvere i problemi esistenti in una storia d’amore? È ovvio che la risposta non può essere univoca. È infatti necessario valutare caso per caso. Sono molteplici le situazioni che possono presentarsi davanti a un psicoterapeuta, e ognuna necessita di un percorso appropriato, i cui risultati non si possono conoscere a priori.

Si decide di iniziare una terapia quando i litigi sono ormai all’ordine del giorno, oppure quando i partner non riescono più a mettersi d’accordo su aspetti della vita quotidiana  o sull’educazione dei figli, oppure se si hanno problemi nella sfera sessuale.

Non ha senso dire: “la terapia di coppia non serve a niente, tanto poi ci si lascia comunque”: vale la pena fare almeno un tentativo. Se due persone chiedono aiuto, lo fanno perché pensano che ci sia ancora qualcosa per cui vale la pena lottare, e questo è già una buona base da cui partire.

Non sempre le cose vanno come si vorrebbe, ma anche il fallimento della terapia può rivelare aspetti positivi: se i partner hanno migliorato la comunicazione, hanno individuato i motivi della fine della relazione e hanno accettato la situazione, riusciranno a separarsi con meno rabbia e meno dolore.

Non solo, la terapia di coppia, anche se con esito fallimentare, può aiutare a capire gli errori commessi, aspetto di estrema importanza per una futura relazione.

Tutto questo dimostra quanto la terapia di coppia possa essere utile.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.