CONDIVIDI

Cos’è il fungo di mare

Il fungo di mare il cui nome scientifico è Pityriasi versicolor, è un’infezione cutanea caratterizzata da macchioline sulla pelle dalla forma rotondeggiante. Esse solitamente sono di colore bianco, ma in alcuni casi possono apparire rosse o addirittura marroni.

Il fungo è spesso causato da un agente patogeno che porta il nome di Malassenza Furfur. Si tratta di un’organismo che di norma è presente all’interno del nostro corpo, si nutre della nostra sebo senza provocare nessun tipo di danno.

La presenza del fungo si manifesta dunque solo in particolari condizioni come il caldo umido o l’eccessiva sudorazione o produzione di sebo. Anche le persone malate di diabete o quelle obese, sono più soggette a contrarre il fungo. 

La proliferazione del fungo

Se si presenta una di queste condizioni appena elencate, il fungo comincia a conquistare la superficie della pelle. Esso forma quindi delle vere e proprie colonie che hanno origine dallo sbocco di una ghiandola. 

Le chiazze bianche sono più visibili sopratutto in primavera e in estate. Al contrario invece, il fungo tende a svilupparsi durante l’autunno e l’inverno. Esso viene chiamato fungo di mare proprio perché ci si accorge di lui soltanto durante la bella stagione. 

Questo è un tipo di infezione che in genere si presenta senza sintomi. In alcuni casi molto rari è possibile che chi abbia il fungo possa accusare anche una sensazione di prurito

Diagnosticare il fungo di mare non è difficile, infatti la sua presenza può essere confermata grazie alla lampada di wood. Questo è un tipo di lampada che con la sua fluorescenza evidenzia le macchie dell’infezione sulla pelle.

Il fungo di mare è contagioso?

No questo non risulta essere un fungo contagioso, in quanto come già detto in precedenza esso è presente a causa di un organismo già presente all’interno del nostro corpo. 

Come si cura?

Curarlo è molto semplice, infatti basta assumere dei farmaci antifungini. Applicate sulla zona della pelle interessata dalle macchie bianche una crema o una lozione antifungina per un periodo di 10 giorni, e vedrete che le macchie spariranno senza problemi.

Un altro rimedio molto efficace, si rivela essere la crema SolfoSalicilica, che è ricca di zolfo e acido salicilico.  È importante però sapere che dopo essere guariti completamente dal fungo di mare, esso potrebbe ripresentarsi di nuovo, perché questo tipo di micosi di solito è recidiva.

Ecco perché, per evitare che il fungo faccia nuovamente la sua comparsa, è consigliabile continuare a mettere la crema SolfoSalicilica una sera ogni 15 giorni

Oltre ai rimedi farmaceutici, vi sono anche ottimi rimedi naturali che potete provare ad utilizzare per sconfiggere il fungo. Essi principalmente sono: melaleuca alternifolia, olio essenziale di geranio, estratti di pompelmo.

Come prevenire il fungo di mare

Per prevenire la comparsa del fungo di mare, è importante adottare delle abitudini che mantengano la pelle asciutta il più possibile ed eliminino gli eccessi di sebo. Ecco quindi qualche utile consiglio per voi:

non utilizzare indumenti sintetici. Preferite invece dei tessuti in cotone o lino, che lasciano respirare la pelle. In questo si evita il rischio di tenerla umida e sudata, allontanando la possibilità di proliferazione del fungo.

scegliere detergenti antimicotici con ph neutro. In farmacia se ne trovano di tanti tipi, arricchiti con antibatterici e senza saponi, per non irritare la cute, che viene comunque detersa e liberata dal sebo in eccesso.

Vi consigliamo anche di utilizzare detergenti che non fanno schiuma, come per esempio le creme da lavaggio. Queste infatti non stressano la pelle e mantengono inalterata la sua capacità difensiva;

applicare una crema solfosalicilica una volta ogni 15 giorni, già dai mesi di maggio e giugno, quando la temperatura comincia a salire e la sudorazione si fa più abbondante.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.