Frida Kahlo, all’anagrafe Magdalena Carmen Frieda Y calderon, celebre pittrice messicana surrealista, è in mostra in questi giorni e fino al 31 agosto a Roma, presso le Scuderie del Quirinale. Era la terza di quattro figli di una coppia molto singolare, il padre ebreo di origine tedesca, la mamma messicana indigena. La vita di Frida è stata colpita e segnata da un terribile incidente, a 18 anni l’autobus su cui viaggiava ebbe un incidente e una sbarra di ferro la trafisse. Fu proprio in quel momento che decise di cambiare i suoi progetti ed interrompere gli studi in medicina.

L’incidente fu terribile per Frida, la colonna vertebrale si spezzò, si frantumò il collo del femore, le costole e la gamba sinistra. Nel corso della sua vita dovette subire ben 32 operazioni chirurgiche molto complesse, che la portarono immobile a letto per vari anni  in un profondo stato di solitudine. Proprio questo malessere la avvicinarono al mondo dell’arte, che per lei era l’univa vera finestra sul mondo. Cominciò quindi a dipingere, e la sua prima opera fu un autoritratto che regalò al ragazzo di cui era innamorata.

La mostra presso le Scuderie del Quirinale raccoglie gran parte della sua produzione artistica, più di quaranta dipinti tra cui il celebre autoritratto con collana di spine e colibrì del 1940. L’arte di Frida spazia dall’indagine psicologica della natura umana all’allegoria delle difficoltà della vita, nei suoi ritratti ritroviao molti simboli aztechi ed il continuo riferimento alla tradizione colombiana.

Ill suo grande successo fu consacrato da un aneddoto molto particolare: nel 1953 fu allestita una mostra personale in una galleria messicana, i dottori le impedirono di partecipare perchè troppo malata ma lei insistette. Frida fu sistemata al centro della galleria su un grande letto a baldacchino.

Fryda Kahlo è oggi icona di celebrità, tanto che nel 2002 le fu dedicato un film, Madonna e Jennifer Lopez si contesero la parte che fu poi affidata a Salma Hayek.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.