La fobia sociale, come ogni tipo di fobia, è scatenata da un determinato oggetto, animale o situazione che si verifica, come  in questo caso, le cause possono essere le più disparate, solo per citarne qualcuna:

Paura di incontrare persone nuove dell altro sesso che noi riteniamo attraenti, mangiare o bere in pubblico,  essere presentati ad altre persone e così via.

I disturbi psicosomatici sono comuni a tutte le forme di disagio dovute all’ansia, in sostanza si tratta di disturbi somatici che non hanno una causa fisiologica ma appunto psicologica.
Il concetto si basa sull’interazione tra la mente e il corpo, ossia sul fatto che in determinate  situazioni il cervello attiva neurotrasmettitori e secrezioni ghiandolari che causano le reazioni somatiche. Ovviamente il cervello in questi casi opera in maniera inconscia , quindi esule dal nostro volere, essendo delle emozioni incontrollabili.


La fobia sociale non è un disturbo raro, poiché interessa dal 1.5% al 2,6% della popolazione femminile, contro lo 0.9 -1.7% di quella maschile; questi dati vengono raccolti  da questionari somministrati ai pazienti. In genere sono giovani adulti  che soffrono di ansia nell’affrontare situazioni come parlare, scrivere e mangiare di fronte ad estranei e che temono il giudizio degli altri sulla loro condotta e, in queste situazioni, mostrano diversi sintomi fisici come forte sudorazione, tachicardia, balbuzie e in alcuni casi anche nausea.

In questi casi, persone che hanno superato le loro paure,consigliano di rivolgersi ad uno psicologo, molte persone lo fanno anche per cose più semplici, e tentare di superare i propri limiti, buttandosi nella mischia. Voi cosa ne pensate di tutto ciò?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.