Un papà collaborativo migliora il futuro delle figlie

Le bambine i cui papà sono soliti svolgere le faccende domestiche diventeranno delle donne ambiziose e inclini a desiderare lavori tipicamente maschili: è quanto emerge da uno studio effettuato alla University of British Columbia di Vancouver.

Secondo questa ricerca, i cui risultati sono stati pubblicati su Psychological Science e riportati dal Wall Street Journal, le ragazzine con papà molto collaborativi tra le mura domestiche sono più inclini a sviluppare la passione per profili professionali come astronauta, agente di polizia, giocatrici di calcio, biologhe marine, ricercatrici, paleontologhe.

Si è giunti a tale conclusione reclutando all’incirca 300 bambini e bambine dai 7 ai 13 anni e studiando contemporaneamente la composizione familiare e la divisione dei compiti domestici nelle famiglie di provenienza.

Attraverso un questionario, gli autori hanno scoperto che solo il 15% delle famiglie sperimentava una equa distribuzione delle faccende domestiche. Negli altri casi, invece, le mamme hanno dichiarato di sopportare il 68,2% del carico lavorativo casalingo e della cura dei figli, mentre i papà hanno detto di compierne il 42,2%.

Nelle famiglie dove l’emancipazione femminile risulta più forte, spiegano i ricercatori, le figlie tendono maggiormente a volere un lavoro fuori casa e solitamente più legato al mondo maschile.

Discorso diverso per i figli maschi: il fatto che il papà sia più o meno favorevole alla parità di genere non incide particolarmente sulle loro scelte professionali, che tendono a rimanere pressoché invariate. Che il padre sia casalingo o no, continueranno a voler diventare calciatori, chirurghi o imprenditori.

Uomini, ora non avete più scuse: munitevi di guanti e iniziate a pulire! Ne va del futuro delle vostre figlie!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.