CONDIVIDI

Federico Santaiti è un giovane ragazzo appassionato di gatti, che è diventato una webstar, iniziando a fare dei video alla sua gatta.

Una passione, quella per i gatti che tutto sommato neanche sapeva di avere; fino a quando ha ripreso la sua micia e ha pubblicato i suoi video.

Postando questi video su Instagram, Facebook e Twitter ha tagliato da poco il traguardo dei 250mila follower.

Si tratta di un vero e proprio boom su tutti i social, che ha appassionato moltissimi utenti, che non si fanno pregare per affollare con i loro like, il profilo Instagram di Federico.

Lui stesso si dice sorpreso da tutto questo successo, che non aveva certo preventivato; è riuscito anche un un intento che definisce una soddisfazione.

Riuscire a far rivalutare la figura tanto denigrata del gatto nero; tutti i suoi racconti e pubblicazioni sui gatti sono diventati un libro che a Natale promette di fare grandi numeri.

Federico Santaiti Instagram

In particolare si Instagram ha più di 25mila follower, su Facebook arriva a 250mila e sul gruppo “Amici Gattari” conta quasi 50mila iscritti.

Nel suo settore è attualmente l’influencer più quotato e pensare che tutto è iniziato casualmente.

Ha iniziato ha girare questi video alla sua gatta, che aspettava dei gattini e lo ha ispirato nella creazione di video.

Federico come lavoro principale fa appunto il videomaker, per artisti e musicisti del web; insieme a questo è stato oi definito il “gattaro del web”.

I suoi video nella sua pagina facebook contano milioni di web-spettatori e molti fan, anche nella fascia della terza età.

La sua passione per i gatti nasce a causa di Blacky, la sua prima gatta, che ha trovato nella sua seconda abitazione in una località montanara.

Aspettava dei gattini e lui ha iniziato a fare dei video per tutto il periodo della gravidanza e anche per il periodo successivo alla nascita dei gattini.

Tra i video più quotati troviamo quelli di Thorin, che è uno dei mici di Blacky, che però ha un ruolo come gatta per le scene d’azione, come ama definirle Francesco.

Federico Santaiti il pet influencer

Grazie alla sua passione per i video, unita a quella per i gatti, oggi è diventato una star del web e molti lo hanno definito un per influencer.

Ormai se si parla di gatti, tutti fanno riferimento a lui, che attraverso i video fa delle cronache della vita di tutti i giorni della sua gatta e dei gattini.

La sua storia l’ha poi racchiusa all’interno di un libro dal titolo Fatti i gatti tuoi, edito da Rizzoli, che è uscito da pochi giorni.

Ci sono momenti felici che ha scritto, insieme ad alcuni consigli sui gatti, che lui ha raccontato in parte nella presentazione del libro:

“Blacky è arrivata in modo inaspettato, ed è successo come con tutti gli animali da compagnia, che ti portano a rivoluzionare le tue abitudini”.

Ha poi proseguito: “ma anche se creano qualche disagio, lo accetti con piacere perché sei ripagato dall’affetto che ti dimostrano”.

All’inizio quando ha trovato Blacky, Federico non sapeva che fosse incinta, ma successivamente l’ha accompagnata fino al momento del parto.

Oltre a questo ha avuto la gioia di trovarsi di fronte tre gattini, tutti neri che ha chiamato Nerino, Gatsby e Thorin.

Nerino, Gatsby e Thorin

L’ultimo gattino vive con lui e con la mamma ed è protagonista dei video con delle arrampicate sorprendenti.

Thorin infatti ama “scalare” con dei salti il corpo di Francesco, dai piedi alle spalle scatenando l’ilarità degli utenti del web.

Oggi Federico Santaiti è quello che si può definire un vero e proprio gattaro del web, cosi come lo chiamano tutti i suoi fan.

Lui racconta: “il primo video è nato per gioco, ridendo con amici gattari del comportamento dei gatti in casa”.

Questi particolari si possono leggere nella parte del libro che parla di che cosa vuol dire avere un gatto.

Parla di tutte quelle cose che cambiano quando si hanno dei gatti in casa; una delle prime cose che sono cambiate è stata la sveglia del mattino, regolata ovviamente dal gatto.

Federico Santaiti followers

tra gli altri racconti, ci sono quelli dei graffi alle porte chiuse, oppure dei video che ha fatto mentre i suoi gattini giocano con le scatole vuote.

Lui descrive cosi questi momenti: “Era una domenica uggiosa a Torino quando ho iniziato a girare il primo video, così è nato Avere un gatto significa“.

Prosegue: “in meno di 24 ore il video ha superato un milione di visualizzazioni. E quello è stato proprio l’inizio”.

La sua pagina inizialmente arrivava a circa 200 follower, adesso ne ha 250mila e lui è molto contento e soddisfatto per questo:

“da tempo avevo ricevuto proposte per scrivere un libro ma non volevo che fosse un’autobiografia, anche perché si sarebbe esaurita in poche pagine”.

Parlando del libro: “Sono partito dal racconto della mia esperienza e ho esteso ad argomenti che potessero interessare anche chi non sa chi io sia, a tutti quelli che amano i gatti”.

Prosegue: “Ho quindi scritto i pregi di vivere con un amico a quattro zampe anche perché, a parer mio, difetti non ce ne sono”.

Il libro si struttura su sette capitoli, e tratta per lo più il rapporto quotidiano tra i gatti e i loro amici umani.

Federico Santaiti libro

Parla anche delle superstizioni sui gatti neri, con una buona dose di ironia all’interno del racconto.

Nel suo libro le parti scritte sono alternate alle foto più belle della sua gatta, Blacky e dei suoi gattini.

Simpatico il capitolo “l’autosgatto perfetto”, dove Francesco ci spiega come scattare delle foto giuste ai propri gatti.

Parlando dei gatti neri dice: “dopo aver preso Blacky, ho voluto scoprire i motivi della fama di porta sfortuna e ho ricostruito l’origine della superstizione che risale al medioevo e che oggi non ha più senso di esistere”.

Proprio dalla riflessione sui gatti neri ha raggiunto il suo intento: “ho ricevuto messaggi da persone e volontarie che mi ringraziavano per quello che facevo, contribuendo ad abbattere il muro dello stereotipo e della superstizione, mostrando cosa vuol dire avere un gatto e quanto è bello avere un gatto nero”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.