Dieta dello sportivo. Fare sport fa bene e questo lo sappiamo da sempre. L’allenamento fisico ci aiuta anche ad avere uno stato mentale più calmo, ci scarica da tensioni giornaliere e dai problemi che la vita ci pone davanti. 

In questo articolo riportiamo le riflessioni del Dott. Giuseppe Scalercio in merito ai benefici dell’attività sportiva sul nostro corpo.

Che lo sport abbia innumerevoli benefici si sapeva già da tempo.

Lo sport non è da consigliare ma sarebbe da prescrivere, non può prescindere dalla nostra vita.

Di continuo veniamo a conoscenza di diversi e nuovi benefici che il moto è in grado di apportare ed oggi riportiamo un insieme di ricerche interessanti che testimoniano il fatto che gli sportivi abbiano una soglia più alta della percezione del dolore.

Si tratta di una METANALISI, cioè la rilevazione di un dato statistico risultante dal riassunto di diverse ricerche coinvolte nelle discipline scientifiche e mediche.
Una serie di metodi matematico-statistici per integrare i risultati di diversi studi clinici, miranti ad ottenere un unico indice quantitativo di stima che permetta di trarre conclusioni più forti rispetto a quelle che si otterrebbero dal singolo studio.

LO SPORT ALZA LA SOGLIA DEL DOLORE

Dunque una REWIEW di tutta una serie di studi con lo scopo di valutare tali fattori.
Negli studi presi in considerazione vengono spesso raggruppati dei campioni di individui, ponendo da un lato persone sedentarie o comunque non praticanti attività, dall’altro persone attive che praticano una qualche attività sportiva.

Attraverso alcuni test per l’analisi della percezione del dolore, è venuto fuori che il campione di persone che pratica moto possiede una migliore sopportazione del dolore.

Tale sopportazione però non dipende da una effettiva soglia più alta, bensì da una sua differente elaborazione del fenomeno e da una maggiore abilità nel tollerarlo.

Inoltre rispetto a quanto si possa pensare gli atleti più resistenti non risultano essere quelli che praticano sport più duri come la lotta, pugilato o pesistica ma quelli che sono impegnati nei cosiddetti sport sferistici ovvero sport con la palla.

Più in generale gli sport di gruppo sono quelli che aiutano in misura maggiore ad elaborare lo sforzo e metabolizzare la sofferenza in misura maggiore.

Tali attività basano il loro lavoro sulla motivazione di gruppo e quindi sul lavoro di squadra. Ciò influisce particolarmente sull’approccio cognitivo e psicologico a una condizione di stress come può essere il dolore.

Gli sportivi agonisti allenano la mente e la preparano così da ottenere una maggiore concentrazione, motivazione e dissociazione da tutto ciò che è considerato esterno rispetto all’ azione o all’ obiettivo che si sono prefissati. Si tiene anche in considerazione la loro predisposizione alla fisiologica liberazione di endorfine prodotta in misura maggiore per sostenere la prestazione.

Attività fisica all’aperto

Trovare la voglia di andare in palestra è già difficile d’inverno, figuriamoci d’estate. In tanti optano per un po’ di attività fisica all’aria aperta.

Bici e corsa risultano essere le scelte più gettonate, ma qual è l’allenamento migliore tra i due? Sono entrambi consigliati per perdere peso, in quanto si bruciano calorie in ambedue i casi, ma l’impatto sul nostro corpo è differente

La bicicletta sollecita meno i muscoli e le articolazioni, limitando inoltre il dispendio di energie. Ciò significa che si può pedalare più a lungo, mentre correndo ci si stanca più in fretta. La corsa coinvolge tutto il corpo, ma non sviluppa forza. La bici, invece, va a interessare direttamente e sopratutto gambe e glutei, tonificandoli e rafforzandoli. Entrambi gli allenamenti sono utili per eliminare i chili in eccesso, migliorano la circolazione e potenziano il sistema cardiorespiratorio. Ma se volete un bel lato b e cosce sode, puntate maggiormente sulla bici.

Si tratta di due allenamenti adatti a tutti, l’importante è partire dalla conoscenza delle basi, in primis dall’equipaggiamento necessario. Per la corsa sono fondamentali le scarpe apposite, onde evitare di andare incontro a infortuni a ginocchia, caviglie e schiena.

Bicicletta per tonificare i muscoli

Idem per la bici: potete iniziare con un modello qualsiasi, semplicemente quella che avete in casa, a patto che vada bene per la vostra altezza; successivamente, qualora vogliate allenarvi seriamente, dovrete utilizzare una bici adatta al percorso che andrete a percorrere (strada o sterrato).

Altro elemento importante: l’alimentazione. Sia che si scelga la bici o la corsa, oppure qualsiasi altro allenamento, l’alimentazione è di fondamentale importanza. Se si effettua attività fisica è bene mangiare carboidrati complessi come pane e marmellata o biscotti, pasta condita con olio e sughi, carne e pesce.

Prima di iniziare l’allenamento, fate un po’ di stretching a terra per 5 minuti. Proseguite gradualmente con la pedalata o con la corsa per riscaldare i muscoli. Dopo una decina di minuti potrete aumentare il ritmo. Cercate di pedalare in maniera costante per almeno un’ora.

Oltre agli effetti estetici, corsa e bici hanno un forte impatto anche a livello psicologico. Secondo il 43% degli psicologi la bici migliora il rapporto con se stessi e con gli altri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.