A seguito del lockdown dovuto dall’emergenza Coronavirus, tante famiglie si sono ritrovate in una situazione di difficoltà.

Spesso, a pagarne le conseguenze sono proprio i bambini.

Il settore dell’infanzia infatti, è stato in parte dimenticato e adesso risulta fondamentale offrire un aiuto concreto, in termini di beni primari.

Anche l’aspetto psicologico risulta fondamentale, specialmente in questo periodo difficile per il nostro Paese.

Tuttavia, dare loro serenità e spensieratezza non è di certo un’impresa. A rendere il tutto più fattibile ci pensa la Fondazione Mission Bambini.

Mission Bambini: cos’è

Fondata da Goffredo Modena, Mission Bambini ha lo scopo di aiutare i bambini poveri, malati, o che hanno subito violenze, offrendo loro l’opportunità di vivere in maniera dignitosa.

“Una volta raggiunti i traguardi che mi ero posto, capii che la mia nuova strada era veramente quella di aiutare gli altri ed in particolare quelli che hanno avuto molto meno di me dalla vita”, dichiara il Presidente e volontario dell’associazione.

Pensate che son trascorsi ben 20 anni da quando è nata Mission Bambini Ad oggi, questa fondazione è stata in grado di salvare oltre 1.400.000 bambini.

Come spiega Modena, chi decide di prendere parte a tale iniziativa, entra a stretto contatto con la povertà materiale che apparentemente non si vede, ma in realtà c’è.

In Italia infatti, ci sono molte famiglie che sono rimaste senza un lavoro: consentire ai loro figli di istruirsi, non è sempre facile. Ma la solidarietà può fare grandi cose.

Grazie a questa associazione no profit, tutto viene destinato a loro attraverso un sistema efficiente, organizzato ma soprattutto trasparente.

Anche nella Fase 2, Mission Bambini resta al fianco di tutti i bisognosi. Infatti, hanno potenziato le attività di sostegno, soprattutto per gli appartenenti alla fascia 0-6 anni e che vivono in contesti economici e sociali difficili.

Per esempio, son stati inviati più di 10.000 prodotti di prima necessità così da poter combattere il più possibile il concetto di disuguaglianza.

Partecipa alla #FaceChallenge

Come vi abbiamo già accennato in precedenza, per regalare un sorriso ai bambini in difficoltà basta davvero poco.

In occasione della Fase 2, la Fondazione Mission Bambini ha pensato di offrire un aiuto concreto alle famiglie, così da far ritrovare loro la serenità perduta. Così, hanno pensato alla #FaceChallenge.

Da sempre i bambini utilizzano le espressioni del viso per mostrare le proprie emozioni (gioia, stupore, rabbia, tristezza e così via).
Proprio per tale motivo, la challenge è incentrata sulla comunicazione facciale, che risulta essere sempre efficace, molto più delle parole.

L’iniziativa è valida sia sulla pagina Facebook che sull’account Instagram. Per partecipare, bisogna seguire questi tre semplici passaggi:

1. Pubblicare una foto della vostra miglior smorfia (ad esempio linguaccia, occhi sbarrati ecc)

2. Inserire il tag @missionbambini e l’hashtag #viciniaibambini

3. Taggare 3 amici da coinvolgere nella challenge

Ma non è tutto. Grazie alla #FaceChallenge, si potrà dare un reale sostegno ai bambini che si trovano in difficoltà, attraverso una donazione.

Ci teniamo a ribadire che ogni singolo euro donato, sarà impiegato nell’invio di pacchi contenenti prodotti per l’igiene e alimentari.

Andando nello specifico, avrete l’opportunità di selezionare una delle seguenti opzioni

  • Kit bagnetto per una settimana (pannolini, salviettine, creme e prodotti per l’igiene
  • Il Kit pappa per una settimana (latte, omogeneizzati, biscotti, pastina e farine)
  • Kit completo di beni per la prima infanzia per una settimana (pannolini, salviettine, creme, prodotti per l’igiene, latte, omogeneizzati, biscotti, pastina e farine)

Come potete ben vedere, basta davvero poco per cambiare la vita di un bambino. A volte, un semplice aiuto può fare la differenza.

Per saperne di più, visitate la loro pagina Facebook: https://www.facebook.com/donate/932374087284058/ dove potete trovare tutte le informazioni legate sia alla #FaceChallenge che alla storia di Mission Bambini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.