CONDIVIDI

Quando fare i piercing

La legge italiana (Legislatura 14º – Disegno di legge N. 308 “Disciplina dell’ attività di tatuaggio e di piercing) prevede che i piercing possano essere fatti dall’età di 14 anni, fatta eccezione per quelli ai lobi delle orecchie.

Non solo, fino alla maggiore età è inoltre prevista un’ulteriore restrizione, ovvero i minorenni devono avere l’autorizzazione dei genitori.

Nonostante tali direttive, non tutti i centri si rifiutano di effettuare piercing su minori sprovvisti di autorizzazione, questo non è assolutamente un comportamento da lodare, ma del tutto illegale. Per cui, se il piercer dovesse acconsentire a farvi un piercing anche se siete minorenni privi del consenso dei vostri genitori, non fate salti di gioia e non cogliete al volo l’occasione, ma scappate a gambe levate!

Se non viene rispettata la legge a proposito dell’età, è altamente probabile che non si tenga conto neanche delle norme igieniche, con il conseguente rischio per la salute.

Può anche succedere l’esatto contrario, cioè che un professionista possa non accettare di fare il piercing a minorenni con autorizzazione. Una tale presa di posizione è solitamente dettata da motivi etici e ideologici. A voi la scelta di attendere qualche anno, oppure recarvi in un altro centro.

Alcuni consigli per chi desidera farsi un piercing:

  • evitate le bancarelle delle fiere e gli ambulanti in generale;
  • diffidate dei gioielli a basso costo;
  • non fatevi piercing da soli;
  • non scambiatevi i piercing;
  • fate un sopralluogo per verificare le condizioni igieniche e la professionalità del centro in cui andrete a fare il piercing;
  • assicuratevi che l’ago sia sterile;
  • evitate chi svolge il lavoro in casa, perché spesso è privo dell’attrezzatura adatta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.