CONDIVIDI

E’ stata  sicuramente tra le storie di gossip che più ha interessato il mondo del web nelle ultime settimane il presunto flirt tra Manfredi Ferlicchia e Manila Gorio. Una storia documentata anche da un bacio che i due si sono scambiati dopo la festa di compleanno di Manila, ma che Manfredi e Giorgia smentiscono categoricamente.
Dalle pagine facebook e in tv la coppia nata all’interno del programma racconta che tutta la storia sia una trovata pubblicitaria della manager, teoria confermata anche dal padre del corteggiatore palermitano. Ma dopo aver sentir tanto parlare Giorgia e Manfredi proviamo a chiedere alla diretta interessata come realmente sono andate le cose. Manila  racconta, a noi di wdonna.it, una versione sicuramente molto diversa da quella che abbiamo sentito da Giorgia e Manfredi.

” E’ vero, io e Manfredi ci siamo conosciuti per lavoro, perché lui ha iniziato a collaborare con la mia agenzia, a fare per noi e con noi diverse serate. Dal lavoro il nostro rapporto si è trasformato in qualcosa di diverso, prima in una bella amicizia e poi in qualcosa in più”. E qui passa ai fatti concreti: “Ho le prove di messaggi che mandava a me e a mie amici in cui parlava di noi, del nostro rapporto. E’ stata una relazione di un mese e mezzo nella quale mi ha detto che avrebbe lasciato Giorgia. Mi aveva chiesto di tenere nascosta la nostra storia inizialmente ma poi sono iniziate a uscire le foto, ci hanno visti uscire dallo stesso albergo e le foto si sono diffuse”.
Poteva essere un inizio, invece il ragazzo ha scritto la parola fine.

E Manila ha una sua teoria: “Il perché abbia poi cambiato idea non lo so, se perché abbia avuto pressioni da parte della redazione che gli ha chiesto di tornare alla sua storia con Giorgia, oppure perché lui ha creduto che gli convenisse maggiormente.

  Io posso dire che noi per un mese e mezzo siamo stati bene, lui da me ha avuto tutto la tenerezza, le coccole, il conforto e la visibilità”.

La Gorio vuol voltare pagina, in fretta: “La cosa più squallida in questa storia che ancora una volta, dopo quanto successo con Danilo Novelli e Remo Nicolini, queste persone neghino la relazione solo perché solo perché sono un trans. Mi sono stancata anche io, ho una mia dignità e una posizione lavorativa da difendere visto che mi sono fatta da sola”. E non basta: “Volevo anche rispondere al padre di Manfredi che sostiene come il figlio non sia stato pagato; non è così ed ho un regolare contratto che lo dimostra.

Manfredi è stato pagato per tutto il lavoro fatto. Quello che il padre non sa è che negli ultimi tempi e per diverse volte il figlio per un motivo o per un altro sfruttando anche il nostro rapporto particolare perdeva spesse volte l’aereo facendoci più volte spendere dei soldi in più e alla fine probabilmente gli è stato addebitato qualcuno di questi tanti viaggi.

Questa e la mia verità dimostrata da foto, messaggi e testimoni che possono dire che non mi sono inventata nulla”.

6 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.