CONDIVIDI

Generatore attivato da urina e passi

Un generatore a urina che si attiva camminando: è la nuova invenzione realizzata presso il BioEnergy Centre, frutto della collaborazione tra l’università del West of England e quella di Bristol. Si tratta di un generatore portatile in grado di produrre corrente, attivato tramite il movimento e l’urina.

Il dispositivo funziona mediante l’utilizzo di speciali calzature dotate di celle a combustione microbica (MFCs), che sono in grado di trasformare sostanze organiche in elettricità, e 12 tubicini di gomma che le avvolgono fin sotto il tallone. A ogni passo, la pressione del piede attiva una sorta di pompa multipla che spinge e aspira il liquido biologico, permettendo così la reazione chimico-fisica.

“Abbiamo già ricaricato la batteria di un telefono cellulare usando questo tipo di tecnologia, la sfida ora è stata di replicare quel successo con un apparecchio indossabile”, spiega il professor Ioannis Ieropoulos, a capo della ricerca.

Non si tratta della prima invenzione di questo tipo, ma la novità sta nell’essere riusciti a creare un sistema autosufficiente, senza la necessità di meccanismi esterni di pompaggio. Nel prototipo inglese, infatti, bastano i passi di chi lo indossa.

Inoltre, l’apparecchio è in grado di comunicare, tramite messaggi, con una base ricevente, controllata da un computer. Ciò apre a un diverso utilizzo del generatore, ovvero per “trasmettere le coordinate di chi indossa il generatore, ad esempio in una situazione di pericolo, indicando allo stesso tempo che la persona è viva, proprio perché il congegno funziona solo se attivato dal movimento della persona stessa.”

generatore a urina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.