Emilio Fede licenziato da Mediaset

“Sei licenziato”. Con queste due parole Mediaset licenziò in tronco Emilio Fede. È stato lui stesso a raccontarlo nel corso di un’intervista a Il Tempo. Non usa mezzi termini l’ex giornalista di Tg4 e lancia l’accusa di una cospirazione contro di lui.

“Avevo terminato l’ultima edizione del Tg4 e stavo per raggiungere Silvio Berlusconi in tribuna a San Siro, quando due dirigenti di Mediaset mi dissero: ‘Sei licenziato’.” Era il 28 marzo 2012.

Oggi Fede non può più contare sui privilegi legati al contratto con Mediaset: “Mi hanno tolto casa, macchina, autista, benefit. Tutto. Oggi vivo pagando l’affitto e bollette dell’immobile che mi spetterebbe di diritto. Sono stati mesi terribili.”

Emilio Fede: una cospirazione contro di lui

Si sente vittima dell’invidia di qualcuno che conosce “molte bene”, non uno dell’azienda, “un esterno”. L’artefice di una “cospirazione per farmi fuori.” Gli accordi con Mediaset, spiega Fede, prevedevano che dal 1 luglio 2012 sarebbe andato in pensione mantenendo il titolo di direttore editoriale, benefit compresi. Ma i fatti sono andati diversamente.

“Tutto coincide con una lettera anonima recapitata alla fine di febbraio alla Stampa e al Corriere della Sera, nella quale si diceva che avevo tentato di portare in Svizzera svariati milioni di euro. Tutto ciò ha creato una sorta di confusione sfociata in un licenziamento che si poteva evitare.”

Fede sostiene di essere a conoscenza del responsabile, il cui nome, dice, verrà a galla tra due mesi, nel frattempo lancia un appello a chi sa, perché parli.

Emilio Fede e Silvio Berlusconi

Nessun attrito, invece, con Silvio Berlusconi: “Questo è il quarto Capodanno lontano da Arcore. Per ben 23 anni ho trascorso le festività natalizie con Silvio Berlusconi e la sua famiglia. Una vita. Ci siamo risentiti con la promessa che quando finirà il processo Ruby ci rivedremo. È stato molto commovente.”

emilio-fede-silvio-berlusconi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.