CONDIVIDI

Eleonora Giorgi: vita e carriera

Eleonora Giorgi nasce a Roma il 21 ottobre 1953, ed oltre che una bravissima attrice è anche una regista, sceneggiatrice e produttrice cinematografica. Italiana da parte di padre e ungherese da parte di madre, Eleonora comincia presto la sua carriera di attrice.

La sua prima esperienza nel mondo del cinema la fa come comparsa nel film di Federico Fellini “Roma”. Ma il suo debutto vero e proprio avviene nel 1973, quando Eleonora entra a far parte del cast del film “Storia di una monaca di clausura”. Pellicola dal genere erotico-conventuale dove recita anche Catherine spaak.

L’anno successivo gira un altro film erotico intitolato “Appassionata”, e questa volta è affiancata invece da un’altra grande attrice: Ornella Muti. Sempre in questo periodo la Giorgi poi posa in un nudo integrale per l’edizione italiana di Playboy.

Successivamente un grave lutto colpisce la giovane attrice: muore infatti Alessandro Momo allora suo fidanzato. L’attore di soli diciott’anni, perse la vita a causa di un incedente stradale mentre era alla guida della moto che la stessa Eleonora gli prestò.

Nel 1975 vediamo Eleonora recitare nel film “Conviene far bene l’amore”, e poco tempo dopo appare anche nel film “liberi armati pericolosi”. L’anno dopo recita invece in altre due pellicole: “L’Agnese va a morire” e “Cuore di Cane”.

Grazie a questi ultimi lavori abbandona il genere erotico e s’avvicina a dei film un po’ più impegnati, tra i quali ricordiamo anche “Una spirale di sabbia” di Eriprando Visconti.

Alla fine degli anni settanta, la Giorgi compare nel film “Suggestionata”, e la ritroviamo anche in “600 km di paura”. Poi recita anche per Gianni Crea in “Non sparate sui bambini”, accanto a Michele Placido. Mentre nel film “Un uomo in ginocchio” lavora assieme a Giuliano Gemma.

Eleonora Giorgi recita anche in “Dimenticare Venezia“, che fu candidato agli Oscar come miglior film straniero e vinse anche un David di Donatello.

Gli anni 80 e le commedie

Nel 1979 Eleonora Giorgi si sposa con l’editore Angelo Rizzoli, e questa unione l’aiuta anche ad uscire dalla dipendenza dall’eroina. Da questa unione, nel 1980 nasce un figlio Andrea Rizzoli. Durante gli anni 80, la Giorgi diventa protagonista di moltissime commedie di successo.

Recita assieme a Renato Pozzetto e Lia Tanzi nel film “Mia moglie è una strega”, e successivamente la ritroviamo affianco di Carlo Verdone in “Borotalco”, e proprio grazie a quest’interpretazione, Eleonora Giorgi si aggiudica un David di Donatello.

Nel 1981 debutta anche come cantante, ed incide il 45 giri Quale appuntamento/Messaggio Personale”.Il lato A fu scritto da Cristiano Malgioglio,  Corrado Castellari e Pino Presti; mentre il lato B da era un adattamento italiano, sempre ad opera di Malgioglio del brano Message Personnel di  Françoise Hardy.

Insieme ad Adriano Celentano poi è anche protagonista del film “Mani di velluto” e Grand Hotel Excelsior; film in cui compaiono anche Enrico Montesano, Diego Abatantuono e Verdone.

Nel 1983 recita invece in “Mani di fata” ed anche in “Sapore di mare 2”. Inoltre, entra a far parte del cast della pellicola “Vediamoci chiaro”. L’anno dopo si separa dal marito Angelo Rizzoli, che nel frattempo è stato coinvolto nello scandalo della P2 ed è finito anche in carcere.

L’anno successivo la vediamo recitare in “Giovani senzapensieri” e poi anche ne “Il volpone”. Nel 1988 invece entra a far parte della troupe di “Compagni di scuola”; commedia dove recitano anche Massimo Ghini, Christian De Sica, Nancy Brilli, Maurizio Ferrini, Alessandro Benvenuti e Angelo Bernabucci.

Gli anni 90

Alla fine degli anni 80 Eleonora Giorgi prende la decisione di allontanarsi momentaneamente dal mondo del cinema, a causa anche della vicenda giudiziaria che coinvolge il suo ex marito. La Giorgi però si allontana dal grande schermo anche perché vuole levarsi di dosso l’etichetta di sex simbol.

A questo proposito infatti la stessa attrice dichiarò: “Ero una ragazzina incosciente e ingenua, rimasta col primo fidanzatino dai 14 anni fino al terzo film. Non ero preparata a essere definita sex symbol. Nelle foto vedevo una che occhieggiava agli uomini, ma mi era totalmente estranea. I pericoli e la droga erano ovunque”.

La Giorgi lascia dunque il cinema e si dedica alla sua nuova storia d’amore, sbocciata con l’attore Massimo Ciavarro, e nel 1991 i due diventano genitori di Paolo Ciavarro. La coppia si sposa nel 1993 e assieme iniziano un’attività nel campo della produzione cinematografica. Il matrimonio però non dura molto, perché i due si separano poi nel 1996.

Gli anni 2000

Eleonora intraprende un’altra relazione amorosa, questa volta con lo scrittore Andrea De Carlo, e nel 2003 debutta anche come regista dirigendo il film “Uomini & donne, amori & bugie”. Il successo della pellicola è tale che arriva anche una candidatura ai Nastri d’argento come migliore regista esordiente.

Nel 2008 Eleonora si dedica al teatro e sul palcoscenico la vediamo recitare in “Fiore di cactus”, una commedia di Jean Pierre Gredy e Pierre Barillet. L’anno successivo la vediamo nuovamente in veste di regista; produce infatti “l’ultima estate”.

Gli anni 2010

Nel 2011 Eleonora partecipa come concorrente al talent show “lasciami cantare”, un programma che va in inda su Rai uno. Nel 2016 invece torna al cinema con “Attesa a cambiamenti”, e con la commedia My Father Jack”. Sempre nello stesso anno pubblica anche un libro autobiografico intitolato “Nei panni di un’altra”.

Due anni dopo la ritroviamo invece affianco di Costantino Della Gherardesca in una puntata del programma “Le spose di Costantino”. Sempre nel 2018 poi la Giorgi entra nel cast del talent show di Rai uno Ballando con le stelle.

Altre attività di Eleonora Giorgi

Forse non tutti sanno che Eleonora Giorgi lavorò anche in radio. Nel 1976 nella trasmissione “il mattiniere”, mentre nel 1984-1986 lavorò per “Gran Varietà”. Eleonora poi apparve anche in televisione, partecipò infatti a vari spettacoli e talk show. Tra questi ricordiamo Un disco per l’estate, a cui partecipò nel 1983. Inoltre condusse anche in due edizioni dello spettacolo estivo Sotto le stelle, nel biennio 1983-1984.

In veste di cantante, poi, oltre ad al 45 giri incide anche un brano intitolato Magic, che venne poi usato come colonna sonora del film “Mia moglie è una strega“. 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.