CONDIVIDI

L’ecografia pelvica è un esame strumentale, poco invasivo e del tutto indolore a cui ogni donna dovrebbe sottoporsi. Viene effettuato nella parte superiore dell’addome della paziente.

Prima di effettuarlo si deve fare un’adeguata preparazione, che equivale in questo caso ad una pulizia intestinale con clisma la sera precedente all’ecografia e un abbondante riempimento vescicale al momento dell’esame. Si tratta di un’esame di grande supporto alla visita ginecologica ma non la può di certo sostituire. Si esegue per studiare l’apparato riproduttivo e può essere fatta sempre: dal periodo neonatale fino alla menopausa.

L’esame si può eseguire in qualsiasi giorno del ciclo mestruale, anche se in alcune occasioni è utile fare l’esame in giorni precisi prestabiliti (dal terzo all’ottavo per lo studio delle ovaie, seconda metà del ciclo per lo studio della cavità uterina).

L’ecografia pelvica trans-addominale permette uno studio accurato della morfologia uterina e delle sue dimensioni, cosi da poter individuare in tempo importanti patologie dell’apparato riproduttivo femminile come fibromi uterini, polipi ed adenomiosi, ma anche cisti o tumori ovarici e gravidanze extrauterine.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.