CONDIVIDI

Una work week che dal 23 al 27 Marzo ha visto protagonisti gli studenti dell’Accademia attraverso progetti improntati sul tema eco-fashion, affrontato dal punto di vista del prodotto, della comunicazione e del marketing.

Esperti di moda, designer, professionisti del settore ed insegnanti delle discipline coinvolte hanno offerto l’opportunità di un momento di incontro e di dialogo per approfondire i punti chiave di un approccio sensibile, ecologico e sostenibile.

Un nuovo modo di concepire la moda, assieme a un approccio sempre più vicino all’eco-responsabilità come scelta, senza però dover rinunciare al gusto, alle esigenze estetiche e alla ricerca di uno stile proprio, unico ma consapevole.

Sono stati premiati il progetto migliore insieme alle personalità che nello scenario lavorativo attuale perseguono e sostengono questo pensiero: è nata una filosofia del prodotto moda dotata di una nuova sensibilità che non dimentica, anzi è volta a far emergere la storia autentica da cui nasce un capo eco-sostenibile e a valorizzarne le radici.

Le personalità premiate sono state Elisabetta Gardini, membro del Parlamento Europeo; Silvano Lattanzi, fondatore di Zintala Calzature, che attraverso la sua testimonianza ha regalato un volto profondamente umano al processo produttivo, trasmettendo ai giovani presenti fiducia e speranza ed esortandoli a portare avanti progetti in cui credono, senza aver paura di andare a bussare alle porte di chi può supportare i loro progetti; in ultimo Francesco Polidori, Fondatore di Cepu Education Group.

Tra i relatori, Giusy Bettoni, ceo e co-fondatrice di CLASS(Creativity Lifestyle and Sustainable Synergy), ha manifestato l’importanza di partire dal giusto mix di ingredienti per ottenere un prodotto valido a tutti gli effetti: dietro un filato o un tessuto ci sono dei valori che vanno sostenuti, per questo è importante innovare in modo responsabile, prestando grande attenzione al gusto estetico e alla sostenibilità nel contempo. A tutto ciò non deve mancare il supporto di una adeguata ed efficace comunicazione che trasmetta il principio secondo cui bello ed eco-sostenibile possono convivere senza doversi adeguare a nessun compromesso estetico.

Grande partecipazione e curiosità tra i presenti per un evento che di sicuro ha lasciato un segno indelebile: un’occasione in cui il potere di una comunicazione ben fatta ha mostrato tutta la sua efficacia in un confronto proattivo, ma soprattutto di enorme stimolo per i giovani partecipanti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.