Si tratta di una ricerca interessante che ha permesso di individuare  sostanze che si sono dimostrate utili per il trattamento in particolare dell’ artrite reumatoide.
Numerose testimonianze affermano che queste sostanze siano utili anche per il trattamento della fibromialgia.
La prima sostanza studiata è l’Echinacea.
Si tratta di un estratto proveniente dall’omonima pianta e appartenente alla famiglia delle Compositae.
Esistono numerose specie, ma quelle più utilizzate in fitoterapia sono: Echinacea purpurea, Echinacea pallida.
L’ estratto di Echinacea è usato in fitoterapia per la sua azione terapeutica.
Possiede infatti un effetto immunostimolante, oltre che essere un potere antinfiammatorio, ad azione antitumorale, protegge anche da virus e batteri.
L’echinacea è costituita da diversi composti: flavonoidi, polisaccaridi, glicoproteine, polifenoli, alchilamidi, polieni, derivati dell’acido caffeico, olio essenziale. Le sue proprietà farmacologiche sono imputabili a un’azione sinergica delle varie molecole in essa contenute, che hanno un’azione specifica amplificata dalle altre.

Dunque sarebbero in particolare queste proprietà anti-infiammatorie e anti-artritiche a suggerirne l’utilizzo tanto più insieme ad altre 2 sostanze ovvero: la Condroitina solfato e glucosamina

Questi due composti, naturalmente presenti nei tessuti connettivi dell’organismo umano, hanno la funzione di rivestire le estremità di ossa e articolazioni.
Glucosamina e condroitina sono quindi due componenti naturali della cartilagine articolare e si ipotizza che la loro integrazione, tanto più in sinergia con l’echinacea, possa aiutare questo tessuto a trattenere acqua, proteggendolo dal logorio meccanico e patologico.

Il metil-sulfonil-metano( MSM ) sembra essere un’altra particolare sostanza utile per trattare i problemi articolari, muscolari.

Il metilsulfonilmetano è un composto organosulforico e ad oggi è disponibile come integratore alimentare e commercializzato in numerosi paesi in diverse forme e spesso in combinazione con altre sostanze come la glucosamina o la condroitina.

Tale composto risulta efficace contro l’infiammazione, nel combattere gli effetti dello stress, allontanare il dolore articolare e anche nel trattamento della Fibromialgia.
Sembra avere anche degli effetti positivi sul sistema immunitario.

Il metilsulfonilmetano è un composto che contiene zolfo organico ovvero un elemento naturalmente presente nelle crucifere e risulta utile nel trattamento di :

Artrosi
▪ Infiammazione delle articolazioni
▪ Fibromialgia
▪ Artrite reumatoide
▪ Poca cartilagine
▪ Dolori alla schiena e al ginocchio
▪ Stitichezza

L’aggressività della cottura e le tecniche di preparazione degli alimenti fanno si che l’MSM venga perso e il nostro organismo spesso risulta carente di questo composto.

Per questo motivo integrarlo può essere utile, in virtù degli effetti benefici che sono dimostrati da diversi studi.

Ne riportiamo uno in particolare, attraverso il quale sono state testate suddette proprietà.
La combinazione di metilsulfonilmetano e glucosamina-condroitinsolfato ha mostrato una serie di benefici a livello articolare, mostrando miglioramenti clinici.
Dott. Francesco Garritano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.