CONDIVIDI

Yanina Nüesch di 16 anni, e María Luján Peñalva di 19 anni, si sarebbero suicidate per tenere fede a un patto stipulato tra di loro. Questo il risultato delle prime indagini intorno all’episodio che ha sconvolto Salta, cittadina a 1500 km a nord di Buenos Aires. Qualche giorno fa le due ragazze sono state ritrovate impiccate, l’una accanto all’altra, in un campo agricolo non molto lontano dalle loro case.

Nessun segno apparente di violenza sui corpi, la corda usata dalle due giovani sembrerebbe essere stata la stessa, questo ha portato gli inquirenti sulla pista del doppio suicidio volontario. A sostenere tale ipotesi ci sarebbero anche alcuni messaggi (riportati da un quotidiano di Salta) inviati da una delle due ragazze al suo fidanzato, esasperata dal difficile rapporto con i genitori che non accettavano la sua relazione e il suo sogno di diventare una cantante, conversazione culminata con un addio: “Ti amo ma non ti vedrò mai più”.

La ragazza, sempre stando alle confessioni del fidanzato, avrebbe inoltre cercato su internet spiegazioni su come annodare una corda.

Lo stesso quotidiano ha inoltre affermato di aver avuto la possibilità di accedere a una conversazione, avvenuta su Facebook tra l’altra vittima e un ragazzo, al quale la giovane avrebbe confessato di star pensando al suicidio.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.