Foto di: scuolainforma.it

Riuscire a prendere due lauree in contemporanea è il sogno di molte persone e che presto potrebbe diventare realtà. 

Nel corso dell’ultimo anno, la commissione Cultura alla Camera ha discusso la possibilità di potersi iscrivere contemporaneamente a due indirizzi universitari differenti. Si tratta al momento di una regola bandita e che si rifà a una legge fascista del 1933.

Presto però, le cose potrebbero cambiare, decidendo di sopprimere questo divieto che ostacola il futuro di tanti giovani ambiziosi. Uno dei maggiori sostenitori del cambiamento è il senatore leghista Rossano Sasso

Secondo quanto affermato da lui, si tratta di una problematica presente soltanto nel nostro Paese. Non a caso molti scelgono di emigrare all’estero per poter ricevere maggiori opportunità di formazione (e di lavoro).

Approvare una simile idea potrebbe giovare a tantissime famiglie italiane, le quali spesso devono spendere fior di quattrini per mantenere gli studi fuori Italia.

Le parole di Rossano Sasso

L’onorevole della Lega Rossano Sasso ha voluto sottolineare l’importanza dello studio, specialmente con i tempi che corrono.

E secondo quanto riportato da “Repubblica”, egli avrebbe detto così: 

Avevo moltissimi studenti che mi esprimevano questo loro desiderio di iscriversi a due facoltà universitarie contemporaneamente ma non potevano. C’era chi avrebbe voluto fare medicina insieme a ingegneria biomedica, o chi avrebbe voluto studiare Lettere e andare al Conservatorio”.

E ha continuato dicendo:

Così, ho deciso di approfondire la questione che al momento va a penalizzare le eccellenze, perché lo studio è un’opportunità che non deve essere negata a nessuno. Si tratta di una riforma che favorirà le ambizioni degli studenti italiani, che potranno avere così le stesse possibilità dei colleghi europei”. (Fonte: Repubblica)

Un’idea che sembra fattibile ma che vede numerosi ostacoli, specialmente a causa dei rallentamenti dati dal Covid-19.

A questo punto ci si chiede: si sta per compiere un grande passo o sarà una proposta che cadrà presto nel dimenticatoio? Staremo a vedere! 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.