CONDIVIDI

LA CARENZA DI SONNO RALLENTA L’ATTIVITA’ DEI NOSTRI NEURONI

Gli effetti negativi della carenza di sonno sono molteplici ed influenzano negativamente la qualità della nostra vita e la nostra salute. La sonnolenza diurna ,conseguente ad una o a più notti insonni ,è causa purtroppodi molti incidenti stradali . Causa anche di errori medici per cui bisognerebbe prestare molta più attenzione alla durata e alla qualità del sonno .

Uno studio recente ha valutato cosa succede ai nostri neuroni in seguito a deprivazione di sonno. Attraverso lo studio di elettroencefalogrammi (EEG) e potenziali di campo locali (LFP) si è visto che nei soggetti con carenza di sonno, durante la normale veglia, emergono onde theta. si tratta di onde che caratterizzano lo stadio di sonno leggero, ovvero quello stadio che precede il sonno profondo.

Ricerca scientifica

Mediante l’utilizzo di elettrodi intracranici in grado di registrare l’attività dei singoli neuroni durante la veglia, si è visto che l’attività di molti neuroninei soggetti con carenza di sonno la risposta dei neuroni di alcune aree cerebrali è attenuata, ritardata ed allungata. Ciò significa che mentre alcune aree cerebrali sono sveglie ed attive, altre si stanno addormentando.

N.B: in condizioni normali è molto rapida per permettere una veloce trasmissione dell’impulso nervoso,

Possiamo affermare quindi che la carenza di sonno interferisce con la normale capacità dei neuroni di codificare le informazioni provenienti dal mondo esterno. Questo spiega il perché gli individui che non dormono abbastanza sono spesso coinvolti in incidenti stradali.

Dormire male fa mangiare male

Effetti della mancanza di sonno sull’alimentazione

Diversi studi hanno dimostrato il nesso tra la mancanza di sonno e l’aumento dell’appetito. Se si dorme poco, spiegano gli esperti, si tende a scegliere porzioni di cibo più grandi e più caloriche, favorendo così, col passare del tempo, il rischio di obesità.

Rimanere svegli, infatti, ci porta inevitabilmente ad avvertire il senso della fame, ma ciò che si desidera nel cuore della notte non è un solitamente una sana insalata, ma qualcosa di goloso e sfizioso, come dolci e snack vari, ricchi di zuccheri e grassi, ovvero tutti cibi che non rientrano in un’alimentazione corretta.

Una recente ricerca eseguita presso l’Università di Berkeley ha cercato di capire se la qualità del sonno influisce in maniera importante sulle attività cerebrali.

“Quello che abbiamo scoperto – ha spiegato Matthew Walker, uno degli autori dello studio – è che le regioni complesse del cervello di alto livello, necessarie per le sentenze e le decisioni si smussano a causa di mancanza di sonno, mentre le strutture cerebrali più primordiali che controllano la motivazione e il desiderio sono amplificate.”

È come se la mancanza di sonno privasse le persone dell’autocontrollo, spingendole a dimenticarsi della linea e portandole ad assumere sopratutto cibo spazzatura ad alto contenuto calorico. Chi dorme regolarmente, invece, preservando l’autocontrollo, riesce a resistere con più facilità alle tentazioni culinarie.

Come rivelato da uno studio svedese, le persone che dormono poco possono arrivare ad assumere il 9% di calorie in più rispetto a chi riposa per un numero corretto di ore.

La relazione tra la mancanza di sonno e la scelta del cibo poco sano è stata dimostrata anche da un’altra ricerca, questa volta condotta esclusivamente sugli adolescenti.

Questi risultati, rivelando l’importanza della cura del sonno, possono avere aprire nuove strade nella prevenzione dell’obesità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.