CONDIVIDI

Donne e “sogni bagnati”

Altro che prerogativa maschile, anche le donne hanno gli orgasmi notturni. Una ricerca effettuata su un campione di oltre 11mila persone dal Kinsey Institute for Research in Sex, Gender, and Reproduction ha rivelato che il 40% delle donne ha orgasmi notturni identici a quelli degli uomini. Ciò rappresenta l’abbattimento dell’ennesimo tabù sulla sessualità femminile, portando alla luce uno dei tanti aspetti fino a questo momento poco noti.

Finora, infatti, si sapeva che gli uomini nell’età puberale possono eiaculare durante il riposo, mentre si ignorava che ciò potesse accadere anche tra le donne.

Tale fenomeno, noto nella letteratura erotica come “sogni bagnati”, registra un incremento quando le donne raggiungono i 30 anni, fino a raggiungere l’apice verso i 50. A differenza degli uomini, nei quali si verifica maggiormente prima dei 30 anni.

L’orgasmo generalmente diventa più facile con l’età e l’esperienza, e quando le donne hanno rapporti sessuali con partner abituali che si prendono cura di loro”, spiega la dottoressa Debby Herbenick, codirettore del Kinsey.

Sul sito Broadly, una pagina web al femminile, sono fioccati i racconti dopo la pubblicazione dei risultati di questo studio: “È un po’ come un regalo che vi fa il vostro cervello durante la notte – scrive Giada, 24 anni, due orgasmi a settimana in media -. E talvolta sono così stanca di non fare sesso da un po’ che perdo interesse per masturbarmi, e il mio cervello mi ricorda che sì, posso ancora avere un orgasmo.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.