Maria Grazia Murru, 49 anni di Serramanna, della provincia sarda del Medio Campidano,  è affetta da Mcs, Sensibilita’ chimica multipla, con elettro-sensibilita’.

La patologia la rende intollerante a ogni tipo di sostanza chimica e fortemente sensibile all’esposizione dei campi elettromagnetici

La donna ha  finalmente vinto la battaglia contro l’Asl 6, ottenendo  il pagamento anticipato delle spese mediche che potrebbero salvarla.

Ha infatti lasciato la Sardegna per essere ricoverata al Breackspear Medical Group, un centro specializzato non troppo distante da Londra, per una cura disintossicante.

La  lotta con la malattia e con la sanita’ sarda era iniziata un anno fa quando a Maria Grazia,che per sei anni si era rivolta a specialisti e centri medici, l’ immunologo e allergologo del policlinico Umberto I di Roma, Giuseppe Genovesi, diagnostica la Mcs.

”Una patologia che procede per stadi nella sua evoluzione – spiegava nel ricorso l’avvocato Roberto Cao che rappresenta Maria Grazia Murru – sino a quello finale, fatale d’ irreversibilita’ dei danni organici”.

La donna a causa della sua malattia deve evitare qualsiasi tipo di inalazione e contatto con sostanze chimiche come detersivi e profumi. Deve inoltre sottrarsi all’esposizione di campi elettromagnetici, come la televisione, il telefonino e il frigorifero.

 

NEGLI USA ENTE FEDERALE INDAGA SU PERICOLO SALUTE TELEFONINI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.