CONDIVIDI

Donald Trump sarebbe pronto a fare un passo indietro su alcuni dei provvedimenti emanati da Barack Obama per contrastare le discriminazioni sessuali.

Nell’occhio del ciclone è finita in particolare una direttiva che consente ai trans di entrare nei bagni pubblici corrispondenti alla propria identità sessuale.

Duro colpo per i diritti dei gay

Di questa decisione da parte di Trump si parla da quando il suo portavoce, dalle colonne del Washington Post, ha dichiarato che sono pronte nuove direttive in materia.

Si tratta oggettivamente di un duro colpo per i diritti dei gay, che sotto l’amministrazione Obama hanno visto dei passi avanti molto importanti. Per capirne la portata è sufficiente pensare al matrimonio egualitario e alla possibilità di prestare servizio militare.

Sulla questione dell’utilizzo dei bagni da parte dei trans si sono accese molte polemiche che, nei mesi scorsi, hanno addirittura portato Bruce Springsteen ad annullare una tappa del tour in North Carolina.

Per quale motivo? Perché i giudici dello Stato avevano approvato una legge che imponeva l’uso dei bagni sulla base del sesso registrato al momento della nascita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.