CONDIVIDI

Prima o poi arriva per tutti il momento di scegliere cosa fare della propria vita, individuando il lavoro più affine alle proprie attitudini personali e alle proprie aspirazioni.
Trovare lavoro al giorno d’oggi, non è cosa semplice. Molti, in questo periodo di crisi, stanno inventando delle nuove professioni. Una di queste, molto amata dalle giovani ragazze ma anche da molti uomini, è senz’altro quella del make up artist, professione fascinosa e creativa, che permette di entrare in contatto, ai massimi livelli, con il mondo della moda, dello spettacolo, della TV, del teatro.
In questa sede vi daremo alcuni consigli su come intraprendere questa carriera.

PASSIONE E ATTITUDINI PERSONALI

Innanzitutto, bisogna avere una vera e propria passione per la cosmetica, un grande senso estetico, una certa capacità tecnica nei movimenti e …“occhio” per talvolta “ridisegnare”, nel senso letterale del termine, i lineamenti di un volto e, ovviamente, migliorare la nostra modella/cliente.
Se ti diverti a provare su te stessa i trucchi più diversi e ti ritrovi anche a truccare amiche e conoscenti, forse è arrivato il momento di pensare ad usare il tuo talento e la tua creatività per diventare una professionista e, cosa che non guasta mai, cominciare a guadagnare.
Scegliere di INTRAPRENDERE UN PERCORSO FORMATIVO è il primo passo in tal senso perché, si sa, la formazione è alla base di qualsiasi professione.

I CORSI DI TRUCCO E MAKE UP

La scelta è ampia e variegata, sia per quanto riguarda i titoli rilasciati, sia per quanto riguarda la durata e la frequenza. C’è il corso per TRUCCATORE E VISAGISTA, riconosciuto dalla Regione, con rilascio di qualifica professionale valida su tutto il territorio nazionale ed europeo; e ci sono i master di make up professionale (completi o limitati alla specifica tipologia di trucco richiesta. Es. Trucco sposa, trucco moda-fotografico, trucco cinematografico, ecc.), con rilascio attestato di partecipazione.
Prendi anche in considerazione l’idea di diventare ESTETISTA: è un percorso formativo più completo, che ti darà un vantaggio competitivo sulla concorrenza!

COME MUOVERE I PRIMI PASSI

Una volta ottenuto l’attestato, è il momento di muovere i primi passi nel mondo del lavoro: proponiti innanzitutto come truccatrice, a titolo gratuito, di amiche e conoscenti, ti servirà per fare pratica (anche dei prodotti utilizzati e degli “strumenti da lavoro”).
Puoi, inoltre, pensare di cercare un lavoretto presso le profumerie o presso il reparto cosmesi delle farmacie; o in qualche salone di bellezza e spa.
Non rifiutare mai tirocini o stage: anche questi servono per perfezionare la tua tecnica e il tuo stile e, soprattutto, ti permettono di entrare in contatto con persone diverse, tue potenziali clienti. Oppure, puoi specializzarti nel trucco sposa, creandoti un tuo giro di clienti e magari cercando contatti anche con wedding planners, ai quali presentare i tuoi lavori, di modo che questi possano proporti ai propri clienti.
In ogni caso, resta sempre aggiornata sulle ultime tendenze, in modo da poter consigliare al meglio le tue future clienti: leggi riviste di moda, visita i vari fashion blog, guarda film, vai a teatro e, soprattutto, NON TRASCURARE MAI LA TUA FORMAZIONE! Ricorda che la professione del truccatore va di pari passo col mondo della moda; se questa, quasi per definizione, cambia di continuo, anche tu devi essere costantemente aggiornata, con corsi di formazione ad hoc!
Creati un tuo PORTFOLIO contenente le foto dei tuoi lavori migliori, dai quali, possibilmente, deve evincersi il tuo stile personale (non cercare di copiare gli altri, insomma!) e cerca di dare ad essi la massima pubblicità. Puoi partire, ad esempio, con un semplice contatto facebook e poi, pian piano, pensare di aprire un sito web o un blog.

DOVE LAVORA IL MAKE UP ARTIST

Acquisite le competenze necessarie e fatta la dovuta gavetta, è il momento di pensare “in grande”.
Vuoi lavorare nel mondo del cinema e della tv? Ti affascina il mondo della moda, della fotografia, del teatro? Bene, proponi i tuoi lavori a fotografi, agenzie di moda, produzioni cinematografiche e televisive. E, lo ribadiamo, non rifiutare mai una collaborazione anche a titolo gratuito; ricorda che quello del truccatore è una professione freelence, dove è necessario avere i contatti giusti. Pensa prima ad entrare nel settore che più ti interessa, fatti conoscere ed apprezzare per la tua preparazione, professionalità, versatilità e originalità; si innescherà, quasi automaticamente, un passaparola positivo che ti potrà essere molto utile!!!
Non vuoi fare la freelence, ma aspiri ad un lavoro full time presso un’azienda in particolare? Fa una ricerca su internet: sono decine e decine le case cosmetiche. Pertanto, armati di pazienza e invia il tuo CV a tutte (meglio se corredato di portfolio fotografico che, da vera professionista, terrai sempre aggiornato!). All’interno di queste aziende, la figura del MuA, può ricoprire anche ruoli diversi; ad esempio, può lavorare alle campagne di comunicazione, oppure occuparsi della formazione del personale. A proposito di formazione… hai mai pensato che potresti collaborare come formatore presso le Scuole di Estetica e le Accademie di Make up?

Insomma, come abbiamo cercato di illustrati in questa piccola “guida”, trasformare una passione in una vera e propria professione è possibile. Lo studio, la costanza e la determinazione prima o poi ripagano sempre!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.