Questa disturbo interessa lo 0,5-2,5% della popolazione, con maggiore incidenza tra gli uomini appartenenti alle minoranze etniche e gli immigrati.

Come si manifesta

Questa patologia porta chi ne è affetto ad assumere un atteggiamento ipervigilante, sempre alla ricerca di minacce, falsità nascoste dietro gesti, parole, azioni altrui. Il soggetto paranoico si sente perennemente vittima di un mondo ostile, la sensazione di minaccia non viene mai vista come il frutto della propria fantasia o di una sbagliata convinzione, ma come un dato oggettivo, reale. Questo essere sempre sul “chi va là” lo porta a non avere fiducia nel prossimo, ad essere sempre sospettoso nei confronti di amici, colleghi di lavoro, del partner, si sente, senza prove oggettive, sfruttato, ingannato, non si confida con altre persone per paura che le parole possano essere usate contro di lui. È una persona rancorosa, polemica e permalosa, sempre pronto a contrattaccare aggredendo. Pensa sempre che ci sia sotto una fregatura, per questo si difende isolandosi, decidendo di vivere in solitudine. Il suo stato d’animo può alternare tra periodi caratterizzati da rabbia e rancore e altri, invece, in cui prevale un senso di abbattimento e depressione.

disturbo-paranoide-di-personalita

Come individuarlo

Accorgersi di essere affetti da disturbo paranoide di personalità non è semplice, né per chi ne soffre né per i familiari e amici che gli stanno accanto. Esistono infatti situazioni in cui avere dei sospetti è più che legittimo, come in politica, nell’ambito industriale o imprenditoriale, in questi casi la sensazione di minaccia può essere contestualizzata, nell’ambito patologico, invece, la tendenza al sospetto è pervasivo, non si limita a specifiche situazioni. Solitamente capita che inizialmente i parenti, gli amici, il partner credano a ciò che il soggetto paranoico afferma, solo in un secondo momento, a volte quando arriva a coinvolgere anche loro, ci si rende conto di essere davanti a una vera e propria malattia.

Cause

Non esistono delle cause specifiche, lo sviluppo di questa patologia può dipendere da vari fattori, come il trasferimento in una nuova città o nazione, motivi temperamentali o legati alla propria situazione familiare. L’inizio del disturbo paranoide avviene nell’adolescenza o nella prima età adulta.

Conseguenze

È una patologia che non va assolutamente sottovalutata. Può causare problemi coniugali, lavorativi, familiari e, in alcuni casi, portare il soggetto affetto a isolarsi, fatto che peggiora la sua condizione. È un disturbo di personalità che può rappresentare un serio rischio per l’incolumità del paziente e degli altri.

disturbo-di-personalità

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.