CONDIVIDI

Il manifesto è molto simile al suo disegno: la Ferrero le propone una collaborazione

ferrero-giuditta

La denuncia era partita da un tweet del conduttore televisivo Red Ronnie “Guardate come Ferrero ha rubato l’idea grafica di una ragazzina di Pavia per la sua pubblicità. No Bueno”, aveva cinguettato sul social network. Nelle scorse ore la nota azienda dolciaria ha contattato la ragazza.

Tutto è nato dal nuovo manifesto per il Kinder Bueno: un volto di donna diviso a metà, una parte sorpresa, l’altra arrabbiata. Un disegno molto simile a quello realizzato a scuola da Giuditta Fiocchi, studentessa dell’ultimo anno del liceo artistico Volta di Pavia, e poi usato per la locandina della manifestazione “Scienza Under 18”.

“Quando ho realizzato questo progetto avevo una cotta per un ragazzo, e ci ero rimasta male perché non era andata come volevo – ha raccontato Giuditta a La Provincia Pavese – Nei miei lavori mi piace portare l’emotività all’eccesso e quindi ho disegnato metà faccia dolce e sorpresa, sensazioni che provavo quando lo vedevo, e l’altra metà arrabbiata.”

Poi è comparsa la pubblicità della Ferrero “L’idea di un volto diviso tra buono e cattivo non è un concetto che ha inventato Giuditta – ha spiegato il padre di Giuditta, Romano Fiocchi – ma per come è fatta la pubblicità si capisce che è basata sul disegno di mia figlia. Non vogliamo arrivare a dire che l’idea è stata rubata, non vogliamo metterci contro la Ferrero, né chiedere risarcimenti. Ma ci piacerebbe un riconoscimento per nostra figlia.”

E il riconoscimento è arrivato nelle scorse ore “Ci ha telefonato un dirigente della Ferrero – ha riferito il signor Fiocchi – ci ha assicurato che l’idea è originale e che l’avevano lì da tempo. Ma ha riconosciuto il talento di Giuditta: la coinvolgeranno in un progetto a cui stanno lavorando.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.