La dipendenza dal sesso è una vera è propria malattia. 

 In  Italia  6 uomini su 100, tra i 26 e i 50 anni, ne sono ossessionati a tal punto da rovinare il proprio matrimonio o fidanzamento a causa dei tradimenti, compromettendo anche la sintonia con se stessi.

Come racconta la psicoterapeuta Annalisa Pistuddi, le persone afflitte da questo desiderio compulsivo possono riguarda principalmente i precari o disoccupati.

La vita lavorativa inciderebbe molto infatti sullo stato d’animo della persona ma , se il lavoro c’è,  ci si sente soddisfatti di se stessi .

L’uomo avrebbe bisogno di trovare sfogo da un’altra parte e alcuni prendono il sesso come punto di riferimento.

Ovviamente sbagliano, perchè bisogna chiedere aiuto ad una famigliare e/o psicologo: anche lutti, traumi e abbandoni fanno parte delle cause principali che possono scaturire un inizio dalla dipendenza dal sesso.

Ipersessualità cosa fare

Perr i soggetti che soffrono di dipendenza sessuale è prevista la terapia di gruppo, qualla individuale e i farmaci appositi. Con la terapia di gruppo, però, pare si abbia più efficacia perchè essa riesce ad eliminare i sensi di colpa, di segretezza dell’individuo malato.

E’ stato dimostrato che nei soggetti con questa dipendenza vi è un incremento dell’ansia, inadeguatezza, colpa, vergogna, depressione e aggressività) e può avere profondi effetti anche sui processi mentali.

Sesso: quattro italiane su dieci non usano precauzioni

“Ho fatto sesso non protetto”, questa l’affermazione da ricercare su google per appurare, in meno di dieci secondi, l’insieme di persone che afferma di non avere utilizzato alcuna protezione a letto.

Quattro ragazze su dieci ammettono di non fare uso di alcun tipo di contraccettivo per ripararsi da malattie infettive o da un’eventuale gravidanza indesiderata. Le loro storie sono raccolte su internet. C’è chi, disperata, chiede aiuto per capire se è rimasta incinta o meno, chi si appella agli ascoltatori per capire quali sono le malattie sessualmente trasmissibili e chi, ormai in ritardo, ammette di aspettare un figlio.

Quando si fa sesso, si crede, assolutamente non saggiamente, che nulla capita per caso e ci si chiede: “perché proprio a me?” ed è questo il comportamento e l’approccio sbagliati che ci inducono a fare sesso senza protezioni. A danno fatto, però, spesso ci accorgiamo di quanto siamo stati stupidi e leggeri, anche se tante volte è troppo tardi.

E’ bene accorgersi al più presto dei tanti metodi che esistono affinché il sesso risulti più piacevole e meno dannoso. Usate il preservativo per ripararvi da malattie sessualmente trasmissibili e da gravidanze indesiderate, vedrete che non vi cambierà la vita. Fate sesso con responsabilità, usate la testa!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.