Cos’è la dieta social

Anche il mondo delle diete subisce l’influenza della tecnologia e dei social network. È arrivata, infatti, la dieta social sponsorizzata da Rosanna Lambertucci e dal suo team.

Si tratta di un regime alimentare semplice e rapido che permette di perdere i chili in eccesso in modo sano ed equilibrato. 

Questa particolare dieta è chiamata appunto social in quanto prevede l’interazione delle persone che la seguono attraverso una vera e propria community su Facebook. 
È stato creato, infatti, un gruppo chiuso al quale è necessario iscriversi prima di intraprendere questo cammino. 

All’interno di esso, si viene seguiti e supportati tramite continui confronti su ciò che si mangia e il racconto delle proprie esperienze. 

La particolarità di questa dieta è che non obbliga chi la segue a limitazioni calorichenon è necessario pesare gli alimenti e c’è anche una vasta possibilità di scelta. Cosa ancora più importante non si soffre la fame perché sono previsti ben 5 pasti al giorno. 

Alla base del progetto c’è un esperto nutrizionista

La struttura della dieta è stata curata dal Professor Luigi Rossi, dietologo e nutrizionista. Questo regime alimentare racchiude in se tutte le principali caratteristiche alimentari, note già agli appassionati di nutrizione. 

Anche qui viene dunque consigliato di bere 2 bicchieri di acqua minerale naturale appena svegli e continuare con un bicchiere di acqua ogni ora per tutta la giornata; fino a raggiungere i due litri. 

Alternare i carboidrati

A questi consigli pratici viene poi applicata una semplice alternanza di carboidrati. Questo, consente di mantenere costante nel tempo la glicemiasenza però privarsi completamente e per lunghi periodi di carboidrati complessi come pane e pasta. 

Seguendo correttamente questo regime alimentare, vi libererete da gonfiore addominale, e l’intestino riuscirà a regolarizzarsi stimolando una corretta digestione. 

Per seguire questa regola di alternanza dei carboidrati, la dieta social è composta da giorni in cui sono presenti pasti proteici ma con la presenza di carboidrati e giorni in cui questi ultimi sono completamente assenti

Grazie a questo metodo, potremo mantenere il metabolismo sempre attivo e perennemente stimolato. Potremo ricavare così il massimo consumo energetico

Come già accennato in precedenza, questo tipo di dieta non prevede che gli alimenti vengano pesati, fatta eccezione per pane, pasta ed olio. 

Dieta social: ecco gli alimenti concessi

Cereali – Tutti a base di avena, orzo e segale

Carni bianche –  Pollo, tacchino, coniglio, agnello

Carni rosse – Vitello intero e frattaglie (fegato e lingua), insaccati come bresaola o prosciutto crudo sgrassato

Pesce – Fresco: Merluzzo, sogliola, sgombro, palombo, orata, dentice, alici, maccarello, sarde, spigola, razza, trota, triglia, pesce spada, calamari; in scatola: tonno al naturale, filetti di sgombro e salmone in busta)

Uova – Da preparare alla coque, sode, in frittata con verdura ma mai con grassi come il burro

Verdure – Asparagi, bietola, cavolfiore, cavolo cappuccio, cicoria, finocchi, funghi, indivia, indivia belga, melanzane, peperoni verdi, gialli, rossi, puntarelle, radicchio verde o/e rosso, rucola, scarola, sedano, soncino, topinambur

Latte e Latticini – Latte scremato, formaggi magri, yogurt bianco naturale, yogurt con 0% di grassi aromatizzato al cocco, alla vaniglia, al limone, yogurt magro alla frutta

Frutta – Arancia, clementine, fetta di ananas, kiwi, mela, pera, pompelmo (un frutto a scelta tra questi)

Lo schema tipo di una giornata di dieta

Per farvi capire meglio che regime nutrizionale assumereste durante questo tipo di dieta, vi riportiamo qui di seguito un esempio: 

Colazione dolce: Una tazza di latte scremato o latte di soia senza zucchero con caffè d’orzo e crusca di avena oppure una colazione salata con bresaola o prosciutto crudo magro con tè verde o caffè

Spuntino mattutino: uno yogurt magro

Pranzo: Carne bianca o pesce con verdure a volontà

Spuntino pomeridiano: uno yogurt magro

Cena: Carne bianca o pesce con verdure a volontà

Nella dieta completa, troverete anche numerose sostituzioni degli alimenti sopra descritti in modo da rendere l’alimentazione il più variegata possibile.  Ecco un altro esempio di pranzo e cena.

Pranzo: 

Insalata di belga (indivia) e scarola (porzione libera)
Vitello con dadolata di melanzane
Due cucchiaini di olio extra vergine di oliva e due cucchiaini di aceto di mele

 cena:

Insalata di indivia riccia e radicchio rosso (porzione libera)
Pollo al cartoccio con salvia e rosmarino
Asparagi al limone
Due cucchiaini di olio extra vergine di oliva e due cucchiaini di aceto di mele

Per gli spuntini poi sono anche previsti orzo e tisane di vario genere. 

Ricordate che il primo mese di dieta sarà quello in cui perderete una maggiore quantità di peso. Andando avanti nella dieta, però potrete incontrare maggiore difficoltà nel dimagrire. Questo avviene in quanto scatta una fase di mantenimento che porta l’ogranismo a stabilizzarsi. 

Ricordate poi, che per ingrassare nuovamente basta un attimo. Riprendere, infatti, le vecchie abitudini alimentari, adottando un’alimentazione disordinata, potrà farvi riacquistare velocemente i chili persi.

È necessario quindi imparare anche a mangiare bene e con consapevolezza

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.