CONDIVIDI

DIETA DI 1 GIORNO

La dieta in questione è molto leggera ed è stata formulata dal prof. Pietro Migliaccio medico nutrizionista Dietologo e Presidente della Sisa. Solitamente si fa sempre dopo qualche giorno di festa dove inevitabilmente si mangia di più. 
La dieta di 1 giorno + 2.
Si tratta di un rimedio d’urto, di 3 giorni, suddivisi in 1 giorno drastico e 2 meno restrittivi. Permette di sgonfiarsi, eliminare le tossine, ridurre il girovita e perdere fino a 2 kg! Un rimedio occasionale che non deve diventare una abitudine.

Al mattino:
100 grammi di latte parzialmente scremato e un frutto a scelta
Metà mattina
Un frutto a scelta tra quelli di stagione
Pranzo
Una coppa di macedonia di frutta fresca
Spuntino:
Un frutto
Cena:
Tagliata di frutta mista a volontà possibilmente di stagione.
La frutta consigliata : mele,
mele renette, kiwi, arance, clementine,pere, pere kaiser, ananas, melone d’inverno.
Secondo e terzo giorno a base di pesce.
Al mattino:
Una tazza di latte parzialmente scremato e una fetta biscottata con un velo di marmellata
Pranzo e cena:
Pesce fresco o tonno sgocciolato con 40 grammi di pane tostato e una porzione di verdura cotta e una verdura cruda prima di cominciare (finocchi, sedano, valeriana,belga, radicchio). Inoltre il prof Migliaccio consiglia di non saltare mai i pasti, e
mangiare sempre a colazione, pranzo e cena, compresi gli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio. E poi :
– Camminare almeno 30 minuti al giorno
– Bere almeno 2 litri di acqua durante la giornata, anche gassata.
– Vietate, invece, le bevande zuccherine, alcolici e i superalcolici
– No a crackers o grissini. In fondo di tratta solo di tre giorni…… è un sacrificio che si può fare!

Ricetta sgongfia pancia

Minestra vegetale di farro con patate, zucchine e carote
DOSI PER 4 PERSONE
200 G DI FARRO
1 COSTA DI SEDANO
1 CAROTA
150 G DI FAGIOLINI
1/2 CIPOLLA
1 ZUCCHINA
1 PATATA
OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA SALE
Tagliate a pezzetti tutti i vegetali già mondati, lavati e asciugati. Poneteli in una casseruola con 2 litri di acqua fredda e 2 cuc- chiai di olio, quindi, dall’inizio dell’ebollizione, fateli cuoce- re per circa 20 minuti. Nel frattempo lavate il farro sotto l’ac- qua corrente e scolatelo. Poi aggiungetelo alle verdure. Appena sarà cotto, salatelo leggermente con sale marino. La prepara- zione risulterà molto liquida, quindi abbiate l’accortezza di farla raffreddare prima di consumarla. Una preparazione tie- pida è comunque consigliata al posto di quella fredda, perché così aumentiamo la termogenesi, un processo metabolico che consiste nella produzione di calore da parte dell’organismo e che risulta utile anche nel dimagrimento.

Cosa mangiare per eliminare la ritenione idrica

RITENZIONE IDRICA. Ecco che arriva il periodo in cui diventa indispensabile contrastare la ritenzione dei liquidi per aiutare queste nostre povere gambe
che soffrono così tanto con i primi caldi e il cambiamento di stagione! La prima mossa è il sale . Cerchiamo di eliminarlo sostituendolo con erbe aromatiche per insaporire i nostri cibi : prezzemolo, rosmarino, basilico, salvia, menta, mentuccia, origano, erba cipollina,timo, maggiorana, alloro ……Se abbiamo scuse per non aver camminato in questo periodo causa il maltempo ora TASSATIVAMENTE dobbiamo camminare ! È la seconda regola fondamentale per aiutare ad eliminare i ristagni di liquidi ! E poi qualche consiglio alimentare: si a verdure e passati di verdura sopratutto con verdure amare, si a carni bianche come pollo e tacchino e al pesce cucinati in modo semplice con le erbe aromatiche che vi ho indicato, si a centrifugati di frutta e verdura, si a tisane a base di pilosella e tarassaco, si ad acque con basso residuo di sodio che dovreste bere a PICCOLI SORSI nel corso dell’intera giornata , si a semplici esercizi per piedi e caviglie che potrete trovare nei miei post di qualche tempo fa. E non dimenticate ogni giorno almeno un grammo di Vitamina C: è fondamentale. Gli angiologi consigliano anche calze elastiche: oggi ce ne sono di fantastiche ma io sono un po’ insofferente a tutto ciò che comprime e quindi non ne faccio uso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.