CONDIVIDI

Una donna di 40 anni è stata ricoverata d’urgenza presso l’ospedale di Tel Aviv in Israele, perchè si è sentita male a causa di una dieta principalmente a base di succo di frutta, che ha portato avanti per tre settimane.

Sembra che l’effetto finale si sia tradotto in dei danni al cervello; questo perchè il digiuno da cibi solidi per troppo tempo ha riportato delle conseguenze che potrebbero essere irreparabili.

La donna versava in uno stato di evidente malnutrizione a causa della sua dieta che prevedeva solamente succo di frutta e acqua.

Sembra che questa dieta le sia stata consigliata da un nutrizionista per perdere rapidamente del peso; la donna ha perso circa quaranta chili e adesso si ritrova con dei danni al cervello, per via di un’alterazione di sali minerali.

Per svolgere l’attività di nutrizionista in Israele non ci sono particolari attestati da conseguire; di conseguenza il nutrizionista le ha consigliato liberamente la dieta.

La causa del ricovero è stata per un’assunzione eccessiva di liquidi, in particolare di acqua, che ha abbassato la percentuale di sodio nel sangue.

Si tratta di una dieta assolutamente scorretta e che non considera tutti gli apporti di nutrienti, sali minerali e altre sostanze di cui il corpo ha bisogno per stare in salute.

Ovviamente la perdita di peso è stata troppo veloce e questa è stata la causa che a portato l’organismo della donna a uno stato di malnutrizione.

È come se si sia “intossicata” con l’acqua, che associata alla mancanza di una dieta equilibrata ha fatto dei danni irreversibili.

Mentre la donna è ricoverata in ospedale la polizia sta cercando di individuare questo nutrizionista, anche per evitare che possa danneggiare altre persone.

Un parere autorevole se si parla di questo settore arriva dall’Ospedale San Raffaele di Milano, in particolare dal responsabile del Centro disturbi alimentari Stefano Erzegovesi: “Il digiuno, come tutti i meccanismi ancestrali, muove intense energie, fisiche e mentali, che vanno ascoltate e capite con attenzione e consapevolezza. Da un lato può essere un’incredibile risorsa di autoguarigione ma, dall’altro, se portato avanti in maniera rigida e persistente, può essere una delle concause più insidiose della sofferenza mentale in corso di anoressia nervosa. Se non ascoltiamo i nostri limiti e ci illudiamo di poter proseguire a oltranza col digiuno, cominciamo a soffrirne gli effetti mentali: tristezza, irritabilità, sbalzi d’umore e, soprattutto, silenziose e invadenti ossessioni per tutto quanto riguarda il cibo, il peso e l’alimentazione. Fino agli squilibri estremi descritti sopra”.

Come abbiamo visto nel caso della donna ricoverata in ospedale, anche l’acqua che ha effetti benefici sul nostro organismo, se consumata in eccesso può provocare dei disturbi, primo su tutti l’abbassamento del livello di sodio nel sangue.

È successo anche a un’altra donna, inglese di 59 anni, per via di un’infezione all’apparato urinario; ogni ora beveva mezzo litro di acqua. È finita in ospedale in stato confusionale e con difficoltà a parlare; ha manifestato anche tremori e vomito.

Se i livelli di sodio si abbassano troppo è molto pericoloso; non c’è una quantità precisa di acqua che va bene per tutti.

Il segreto è rimanere idratati e il colore delle urine ci può aiutare; se è particolarmente chiaro significa che siamo ben idratati.

Anche per la dieta in generale, ci sono tanti cibi che fanno bene all’organismo, ma che se vengono consumati in quantità eccessiva possono causare dei danni.

Può succedere anche con le verdure e il pesce; per esempio se si mangiano troppi spinaci si potrebbero avere i calcoli, il riso se troppo fa male perchè c’è il rischio della presenza di arsenico.

Il pesce contiene il mercurio e i legumi provocano dei gonfiori, se assunti in quantità eccessive.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.