La dieta del supermetabolismo è un sistema nutrizionale che mira al dimagrimento corporeo.

Nota in inglese come “Fast Metabolism Diet”, essa fu inventata nel 2013 dalla nutrizionista Haylie Pomroy.

Grazie alla sua partecipazione in vari programmi televisivi, la donna ha sparso la voce su questa dieta, rendendola famosa a livello mondiale. Infatti, ha scritto anche un libro in merito, disponibile anche in Italia come: “La dieta del supermetabolismo: mangia di più, perdi più kg”. Ma di cosa si tratta esattamente?

Dieta supermetabolismo cos’è

Secondo le teorie della Pomroy, il supermetabolismo non mira soltanto ad un dimagrimento estetico.

Più che altro, cerca di stabilire una vera e propria terapia nutrizionale, rivolta non soltanto agli obesi patologici ma anche a tutti gli affetti da malattie croniche.

Ecco quanto riportato dalla descrizione del suo libro:

“Mangerai molto – tre pasti e due spuntini al giorno – e nonostante ciò perderai peso. Non dovrai più contare le calorie e non rinuncerai a nessuna categoria di cibi. Scientificamente provata e utilizzata in diversi centri di cura non solo per dimagrire ma anche per combattere diabete, malattie metaboliche e croniche.

Questa dieta ha convinto celebrità e atleti per l’efficacia e la velocità dei suoi risultati. Un approccio che ha funzionato con tutti fin dal primo giorno. Funzionerà anche con te mettendo letteralmente il turbo al tuo metabolismo!”

Inoltre, suddivide la settimana in 3 fasi:

  • Lunedì-martedì: Tanti carboidrati e frutta
  • Mercoledì-giovedì: Tante proteine e verdure
  • Venerdì-domenica: Tutti gli alimenti precedenti più i grassi sani

Dieta supermetabolismo risultati

A questo punto ci si chiede: quali risultati si ottengono con la dieta del supermetabolismo?

Sempre facendo riferimento alla descrizione del libro, Haylie Pomroy “ha aiutato migliaia di persone a perdere fino a 10 chili in 4 settimane, semplicemente grazie al potere bruciagrassi dei cibi.

Inoltre, la nutrizionista ci ricorda che gli alimenti non rappresentano il nemico. Più che altro, sono una medicina necessaria a riattivare il metabolismo rallentato e apatico. Lo scopo è quello di trasformare l’organismo in una fornace bruciagrassi. Dunque il suo metodo esclusivo prevede una rotazione settimanale di alimenti capace di scatenare questo processo”.

Pertanto, dopo circa un mese di trattamento, accadrà che:

“Vedrai calare drasticamente il tuo peso, e non stupirti se il tuo colesterolo si abbasserà sensibilmente e il tasso glicemico si stabilizzerà. Ritroverai l’energia, dormirai meglio e sentirai meno lo stress. Con semplici schemi alimentari e oltre cinquanta ricette, compresi piatti vegetariani e senza glutine”.

 Insomma, il suo libro è perfetto per tutti coloro che hanno provato svariate diete, senza alcun successo. Ma anche per chi ha voglia di mangiare in maniera sana, riuscendo a restare in forma.

Dieta supermetabolismo conseguenze

In termini di meccanismi fisiologici, il supermetabolismo sarebbe in grado di:

  • Diminuire il lavoro del fegato
  • Ridurre la secrezione di insulina e di cortisolo
  • Calmare le ghiandole surrenali
  • Aumentare il consumo energetico
  • Nutrire la tiroide

Ovviamente, ad una sana alimentazione si chiederà l’associazione di una regolare attività fisica (non necessariamente sport) e la riduzione dello stress. Pertanto, sarà importante lavorare anche sull’aspetto psicologico. Quest’ultimo influisce notevolmente sul nostro fisico e nel libro di Pomroy lo si sottolinea più volte.

Dieta supermetabolismo ricette

Sul web è possibile trovare tantissime ricette per la dieta del supermetabolismo.

Tuttavia, in linea generale vi presentiamo una serie di alimenti vivamente consigliati:

  • Agrumi e verdura di stagione: mele, cavolo, carote, sedano, broccoli, peperoni verdi o rossi, cetrioli, cavoli, spinaci, funghi, patate dolci, cipolle, aglio, arance, limoni e lime.
  • Frutta secca, in particolar modo anacardi, noci e mandorle crude. Sconsigliati invece gli arachidi.
  • Riso integrale, quinoa, avena
  • Semi di girasole crudi
  • Carne (soprattutto quella bianca, pollo e tacchino)
  • Legumi, tonno, gamberi

E tanto altro ancora…

Si tiene a precisare che è importante prediligere tutti quegli alimenti privi di conservanti, zuccheri aggiunti o sale. Si richiede anche l’esclusione temporanea di alcuni latticini. Tuttavia, per avere maggiori informazioni sul supermetabolismo, vi consigliamo di dare un’occhiata sul suo sito ufficiale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.