CONDIVIDI

Legge sulle unioni civili

Al grido di #svegliatitalia, sabato 23 gennaio, i cittadini italiani sono scesi in piazza per manifestare in favore del ddl Cirinnà. Da Nord a Sud, passando per le Isole, le città italiane si sono tinte dei colori dell’arcobaleno, a sostegno del riconoscimento dei diritti delle coppie omosessuali.

Ma in Parlamento si è ancora lontani da un accordo. A creare una spaccatura netta all’interno della maggioranza, e dentro lo stesso Partito Democratico, è la questione della stepchild adoption, sulla quale è intervenuta anche la presidente della camera Laura Boldrini:

“Quando il partner muore ed il figlio resta solo, il partner ha il dovere di occuparsi del figlio. Se è un dovere naturale perché non deve essere anche un diritto? – afferma la Boldrini -. Sarebbe grave il contrario: se il partner si disinteressasse di questo figlio e lo lasciasse al proprio destino.”

Giovedì, in Senato, riprenderà la discussione sul ddl, l’obiettivo è quello di trovare un accordo bipartisan per raggiungere il quorum di 161 senatori necessario per l’approvazione del ddl. “Le piazze ci hanno detto quello che sapevamo: che il Paese aspetta una legge sulle Unioni Civili anche perché l’Italia è l’ultima in Ue a non averla ancora. Abbiamo aspettato tanto. Mi auguro che ora il risultato sia all’altezza delle aspettative”, sottolinea la presidente Boldrini.

Ma le posizioni appaiono ancora alquanto distanti. Come dimostrano le parole di Angelino Alfano, segretario di Ncd: “La mia posizione è chiara: sì a più diritti, no a un’equivalenza con il matrimonio”, afferma il leader di Area Popolare in un’intervista rilasciata all’Huffington Post.

Un secco no arriva anche da Forza Italia: “È necessario ribadire concetti che dovrebbero apparire naturali, ma sembrano non esserlo: il matrimonio si fonda sull’unione di un uomo e una donna. Le unioni civili, che non osteggiamo, sono ben altro rispetto a quello che la sinistra vorrebbe imporre”, ha detto Daniela Santanchè. 

unioni civili

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.