Negli ultimi giorni si sta parlando moltissimo delle cosiddette dark kitchen

Con tale espressione si fa riferimento alle cucine chiuse e progettate esclusivamente per la realizzazione di piatti che saranno spediti a domicilio. 

Molto probabilmente, questo fenomeno potrebbe cambiare in maniera radicale le regole del settore food. Ma in che modo?

Dark Kitchen in Italia

Le dark kitchen stanno diventando un argomento di forte dibattito in tantissimi Paesi, Italia inclusa.

Infatti, a Milano se ne è parlato durante lo svolgimento dell’evento di Mapic Food, dedicato principalmente ai servizi di ristorazione e alle catene commerciali della sfera alimentare.

A tal proposito, è stato detto che tale fenomeno potrebbe raggiungere un successo che non passerà di certo indifferente.

Il motivo risiede nel aumento di consegne a domicilio di pasti pronti

Pertanto, sempre più persone scelgono di ordinare il pranzo o la cena comodamente da casa, via telefono o app. 

Si tratta di una tendenza che sta spopolando sempre di più tra i giovani e che a breve potrebbe coinvolgere una fascia di età più adulta.

Stando a delle statistiche, tantissima gente sceglie di affidarsi alle consegne di cibo a domicilio, non soltanto per una questione di comodità ma anche per ragioni di rapporto qualità/prezzo, ampia scelta ed efficienza.

Dark Kitchen utilità

A questo punto ci si chiede: qual è l’utilità delle Dark Kitchen?

Non esiste una risposta universale in merito poiché questo servizio potrebbe offrire molteplici opportunità.

Infatti, le Dark Kitchen potrebbero rappresentare il tramite vero e proprio tra i clienti e tutti quei servizi a domicilio che hanno un accordo con i ristoranti classici e aperti al pubblico.

Ovviamente, stiamo parlando di JustEat, Deliveroo, Uber Eats e Glovo

Ognuno di essi, potrebbe decidere di stabilire nuove regole di business, ripristinando le modalità di consegna, affidandosi appunto alle Dark Kitchen.

Di conseguenza, saranno loro a dover gestire al meglio tutta la gestione a domicilio, dando comunque lavoro per i rider (i cosiddetti fattorini del cibo).

Insomma, grazie alle Dark Kitchen si prevede un futuro stellare, ricco di grandi opportunità. 

Infatti, si parla di un mercato di affari che tra dieci anni potrebbe fatturare miliardi di dollari (facendo riferimento a dei dati 

Dark Kitchen obiettivi

L’obiettivo principale delle dark kitchen è certamente quello dell’efficienza.

Questo perché ci si sta abituando sempre di più al “modello Amazon“. 

Infatti, dal momento in cui questo servizio di acquisto online si è affermato a livello globale, la gente ha iniziato a cercare la possibilità di ricevere tutto subito, in diversi campi.

E qui si parla proprio del settore alimentare e del fatto che si punta a dei sistemi che consentano a tutti di ricevere pasti pronti da gustare in tempi relativamente brevi.

A confermare la tesi ci ha pensato il consulente esperto del settore Peter Backman, il quale ha affermato:

“Glovo, JustEat, Deliveroo, Uber Eat e gli altri hanno costruito negli ultimi due anni un marchio forte e allo stesso livello di ristoranti affermati. I clienti vogliono il cibo a domicilio perché sono stati educati dal modello di Amazon che consegna a casa in pochissimo tempo i prodotti ordinati online”.

Dark Kitchen previsioni

Secondo il Direttore Generale di UberEats StephaneFicaja, ci saranno più di 5 Mila dark kitchen attive entro il 2025 (facendo riferimento ad un contesto europeo).

Ecco alcune sue parole in merito:

“Il food delivery online sta crescendo più velocemente del resto del mercato e le dark kitchen permettono di ridurre gli investimenti diretti, garantiscono l’eccellenza a livello operativo e una maggiore agilità nella gestione del prodotto. Il miglioramento della loro efficienza le renderà parte attiva del futuro dell’industria della ristorazione”. 

Ed ha aggiunto:

“Una delle principali aree su cui ci stiamo concentrando è quella di trovare soluzioni per aiutare ristoranti di ogni dimensione a trasformare i dati in nuovi modelli di business.

Ad esempio, identificando aree in cui la domanda per una particolare cucina è molto elevata ma non soddisfatta da un’offerta limitata, aprendo quindi alla possibilità di lanciare un nuovo ristorante virtuale per colmare questo gap”.

Dark Kitchen vantaggi

I vantaggi delle dark kitchen saranno molteplici.

A confermarlo ci pensa uno dei pilastri di Deliveroo, Ajay Lkahwani. Il manager infatti, ha dichiarato:

“Le cucine dedicate esclusivamente alle consegne a domicilio possono aiutare significativamente i ristoranti a far crescere il proprio business fornendo una piattaforma di espansione a bassissimo rischio, che azzera i costi di affitto dei locali e delle attrezzature e altre spese operative come le utenze, i costi d’esercizio, le pulizie”. 

Tuttavia, tra dire e il fare c’è di mezzo il mare. Ciò ci fa ben intendere che per quanto ci siano ottime intenzioni sulle Dark Kitchen, bisogna ancora perfezionare alcune tecniche.

Una volta lanciato il servizio in Europa bisognerà risultare impeccabili e proprio per tale motivo, c’è bisogno di uno studio approfondito.

A tal proposito, Dan Houghton, il co-Ceo di Chilango (catena di ristorazione messicana), ha voluto esprimere la sua:

“La presenza sul mercato di operatori come Domino, che optano per mantenere un numero consistente di negozi fisici, non deve passare inosservato.

Le dark kitchen sono un’opportunità molto eccitante, ma credo che al momento debbano agire in ottica multibrand perché il mercato indirizzabile è ancora piccolo”.

Se le dark kitchen dovessero diventare essenziali, si andrà incontro ad una vera e propria rivoluzione del settore food.

Per concludere

Riepilogando, le dark kitchen corrispondono ad un nuovo modello di fare ristorazione.

Infatti, si definiscono come “cucine chiuse” al pubblico, a differenza dei comuni ristoranti ma fungono da importante risorsa per quanto riguarda l’aspetto consegne a domicilio.

Con la modernità e l’utilizzo crescente dei servizi web, sempre più gente sceglie di optare per tutte quelle app che consentono di ricevere i pasti caldi nel giro di pochissimo in tempo.

In tale contesto, le Dark Kitchen puntano proprio ad un miglioramento del sistema, per far sì che i clienti possano usufruire di numerosi vantaggi, in termini di efficienza, comodità e soprattutto qualità del cibo.

Pertanto, per i prossimi anni si prevede una costante crescita delle Dark Kitchen, le quali diventeranno uno dei protagonisti indiscussi del mondo delle consegne a domicilio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.